Ultimo aggiornamento alle 23:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Notte di Natale violenta nel Vibonese, sospese due attività commerciali

A Soriano, dopo una lite, è stata organizzata una spedizione punitiva contro un 25enne, ferito da un colpo di pistola

Pubblicato il: 28/12/2023 – 19:10
Notte di Natale violenta nel Vibonese, sospese due attività commerciali

VIBO VALENTIA Il Questore di Vibo Valentia, nel quadro delle attività dirette a prevenire l’insorgere di turbative per l’ordine pubblico e la sicurezza pubblica, ha disposto la sospensione della licenza per due esercizi commerciali per la somministrazione di alimenti e bevande, i quali esercitavano la loro attività d’impresa nei centri di Vibo Valentia e Soriano Calabro.

La vicenda

Nel pomeriggio di oggi, i Carabinieri della Stazione di Soriano hanno notificato il provvedimento, emesso dal Questore di Vibo Valentia, di sospensione per 15 giorni dell’attività commerciale, a carico di un bar del Comune di Soriano. Il provvedimento è scaturito a causa dei fatti di violenza avvenuti la notte di Natale, quando, una lite avvenuta all’interno del locale, è degenerata al punto da organizzare una spedizione punitiva, all’indirizzo di un giovane venticinquenne, nel corso della quale veniva ferito con un colpo di arma da fuoco. Inoltre, dell’attività di controllo dei militari dell’arma è emersa l’assidua frequentazione del locale da parte di più soggetti gravati da precedenti di polizia.

Movida Vibonese

Contemporaneamente, sempre nello stesso quadro di attività di polizia, è stato notificato analogo provvedimento in uno dei locali protagonisti della movida vibonese. Alla base della sospensione di 15 giorni una rissa avvenuta, nella notte del 23 dicembre all’interno del locale con diverse persone coinvolte. Inoltre, nel corso dei consueti servizi di controllo del territorio rafforzati dalla collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine, è stata riscontrata ininterrotta e ancora attuale frequentazione del locale, di persone gravate da diversi precedenti di polizia. I provvedimenti emessi non hanno finalità meramente punitive, ma si pongono come obiettivo quello di generare un effetto dissuasivo sui soggetti ritenuti pericolosi, i quali, da un lato, sono privati di un luogo di abituale aggregazione e, dall’altro, sono avvertiti della circostanza che la loro presenza in detti luoghi è oggetto di attenzione da parte delle Forze dell’ordine.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x