Ultimo aggiornamento alle 18:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la designazione

Amarelli presidente Unione Imprese Centenarie italiane, la soddisfazione di Perciaccante

Il presidente di Confindustria Cosenza commenta l’elezione alla guida dell’associazione che abbraccia 46 storiche aziende di 12 regioni d’Italia

Pubblicato il: 26/01/2024 – 15:57
Amarelli presidente Unione Imprese Centenarie italiane, la soddisfazione di Perciaccante

COSENZA Un nuovo prestigioso incarico per l’imprenditore Fortunato Amarelli, chiamato a presiedere l’Unione Imprese Centenarie Italiane, associazione nata nel 2000 a Firenze e che oggi abbraccia 46 storiche aziende di 12 regioni d’Italia. “Siamo particolarmente felici per il nuovo mandato di rappresentanza che l’assemblea generale dell’Unione Imprese Centenarie Italiane ha inteso affidare al nostro dirigente Amarelli, presidente del Digital Innovation Hub Calabria e fino a qualche mese fa alla guida degli Industriali della provincia”. Lo dichiara Giovan Battista Perciaccante, presidente di Confindustria Cosenza, di Ance Calabria e vicepresidente nazionale di Ance con la delega al Mezzogiorno ed alle Isole. “Insieme al Componente del Consiglio Generale di Confindustria Natale Mazzuca, al presidente f.f. di Ance Cosenza Giuseppe Galiano ed a tutto il Consiglio Direttivo di Confindustria Cosenza e con il direttore Rosario Branda, esprimiamo i migliori auguri a Fortunato Amarelli – continua il presidente Perciaccante – collega alla guida di una azienda ultracentenaria che ha saputo varcare i confini nazionali e che è un vanto per l’economia del Sud del Paese. Da imprenditore vanta una solida esperienza associativa e grazie alle competenze maturate, al garbo che gli è proprio è capace di promuovere reti e momenti di aggregazione importanti e rappresentare ai massimi livelli gli interessi e la cultura imprenditoriale”. Dice bene il neo presidente dell’Unione Imprese Centenarie Italiane Fortunato Amarelli che “le aziende centenarie rappresentano un patrimonio inestimabile per il nostro Paese. Non solo storia ma soprattutto ingegno, resistenza, resilienza e tantissima innovazione, valori quanto mai essenziali soprattutto in un periodo storico, dal futuro incerto, come quello che stiamo vivendo”.  Le Imprese Centenarie associate all’Unione, che ha sede a Firenze, sono realtà di prestigio in varie regione italiane, sono la più sincera espressione della qualità imprenditoriale, dedite con ultra-centenaria esperienza alla produzione di beni e servizi, quali cultori del ciclo completo, che ha generato Fondazioni e Musei d’Impresa, come espressioni della tradizione radicata nel territorio di origine e comunque alimentata da un continuo spirito di innovazione. Il mandato del presidente UICI Fortunato Amarelli e del neo Consiglio di Amministrazione avrà durata quadriennale.
Anche il presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara, anche a nome dell’intero sistema confindustriale calabrese, ha espresso «le più vive e sincere congratulazioni, a nome personale e dell’intero mondo confindustriale della Calabria, a Fortunato Amarelli per la recente nomina a presidente dell’Unione Imprese Centenarie Italiane. L’associazione che raggruppa 46 aziende italiane di tradizione ultracentenaria sarà guidata per la prima volta nella sua storia da un imprenditore calabrese, una circostanza non solo certifica le capacità di Amarelli, ma testimonia, anche, quanto l’azienda oggi da lui presieduta ricopra un ruolo di primissimo piano nel panorama imprenditoriale italiano».
«Al neo presidente e al suo nuovo Consiglio d’Amministrazione – conclude Ferrara – giungano dunque i più sentiti auguri di buon lavoro, nella piena consapevolezza che Amarelli, nel suo mandato,  saprà portare in dote all’Unione, oltre alla qualificata esperienza di vita associativa maturata nel contesto confindustriale, anche quelle qualità umane e professionali unanimemente riconosciutegli e che gli hanno consentito di raggiungere, negli anni, traguardi di grandissimo prestigio e hanno reso la Amarelli un brand iconico, un simbolo della Calabria che tutela, valorizza e tramanda le sue tradizioni».

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x