Ultimo aggiornamento alle 12:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il punto

«Imminenti novità per l’azienda Dulbecco: atto aziendale e assunzioni»

Il consigliere regionale Talerico ha incontrato il commissario straordinario dell’azienda ospedaliera universitaria di Catanzaro, Carbone

Pubblicato il: 11/04/2024 – 12:25
«Imminenti novità per l’azienda Dulbecco: atto aziendale e assunzioni»

CATANZARO “Dalle varie interlocuzioni e confronti con il commissario dell’Aou Dulbecco, Simona Carbone, sono emerse importanti novità anche sul piano assunzionale, tra cui l’imminente pubblicazione del bando di concorso per l’assunzione di 80 infermieri a tempo indeterminato”. Lo riferisce in una nota il consigliere regionale Antonello Talerico. “Dipoi il personale infermieristico assunto con contratto a tempo determinato sarà prorogato sin quando non verrà assunto nuovo personale con contratto a tempo indeterminato. Nei prossimi giorni – dice ancora Talerico –  l’Aou Dulbecco, procederà – attingendo alla graduatoria di Cosenza – all’assunzione di numero cinque infermieri pediatrici che verranno destinati alla Soc di Terapia intensiva e patologia neonatale presso la struttura dell’Ospedale Pugliese, al fine di consentire una regolarità dei turni e dei servizi fino ad oggi garantiti grazie all’impegno costante di medici, infermieri e oss che hanno dimostrato senso di appartenenza all’Azienda e rispetto per l’utenza. Per quanto attiene alle assunzioni degli Oss a tempo indeterminato, altra importante novità e con scelta certamente lungimirante tutte le Aziende sanitarie calabresi cercheranno ai fini assunzionali di utilizzare il criterio della vicinanza tra il luogo di residenza del lavoratore ed il luogo del lavoro, attingendo sempre alla graduatoria di Cosenza, che verrà integralmente esaurita. Per quanto attiene alla graduatoria Oss (di cui all’avviso epoca covid del Mater Domini), questi operatori non potranno essere stabilizzati (trattandosi di selezione senza alcun bando di concorso) e potranno essere al pù “chiamati” solo in caso di necessità di sostituzione occasionale/periodica di personale già assunto (assenza per gravidanza, etc…). Talerico quindi aggiunge: “Sul fronte dei medici, l’Aou Dulbecco sarà costretta – in ragione della carenza di personale – ad attingere alla categoria dei c.d. medici “gettonisti” in attesa di poter assumere medici che volontariamente decideranno di partecipare ai bandi di concorso. Di poi, poche ore fa il tavolo Dm 70, composto dai rappresentanti tecnici dei Ministeri dell’Economia e delle finanze e della Salute, ha approvato la rete ospedaliera della nostra Regione, dunque la nuova rete ospedaliera è pronta ad entrare nella fase operativa. L’approvazione della rete ospedaliera (con le varie prescrizioni) era condizione necessaria per consentire anche all’Aou Dulbecco di adottare l’atto aziendale, che certamente non poteva essere adottato con le incertezze legate ai termini ed alle condizioni della rete ospedaliera che era ancora appesa alle scelte ministeriali. Pertanto – rimarca Talerico – anche il processo di integrazione tra Pugliese-Ciaccio ed il Policlinico Universitario non poteva entrare nella fase esecutiva, risultando con ciò incomprensibili le osservazioni di taluni gruppi politici o sindacali che in questi giorni avevano “contestato” al management dell’Aou Dulbecco presunti ritardi nel processo di integrazione aziendale, a dimostrazione non solo della scarsa conoscenza delle dinamiche della politica sanitaria da parte di taluni, ma anche delle solite strumentalizzazioni che spesso celano interessi di parte o personali o peggio ancora elettorali. Ciò detto resta anche la valutazione delle prescrizioni che i ministeri hanno imposto alla Dulbecco e segnatamente nella parte in cui è detto che ‘In merito agli esuberi delle Uoc (Strutture complesse) l’Aou Dulbecco dovrà adottare una programmazione finalizzata alla disattivazione delle Uoc. anche tenendo conto della scadenza dell’incarico ovvero del raggiungimento del pensionamento in corso di incarico del titolare’.  Rispetto ai criteri individuati come prescrizione per procedere alla riduzione delle Uoc l’inciso ‘anche tenendo conto della scadenza dell’incarico ovvero del raggiungimento del pensionamento in corso di incarico del titolare’, in assenza di una precisazione che richiami anche i criteri della produttività, appropriatezza delle attività e cure, del bacino d’utenza e trattamenti in emergenza/urgenza e di alta specialità offerti, lasciano presagire una riduzione delle Uoc della Dulbecco lasciata alla casualità di eventi (scadenza di contratto, pensionamento, morte) legati ai singoli soggetti coinvolti e, non già al merito ricavabile da eventi oggettivi come sopradetto. Con il rischio che possano essere ‘eliminati’ direttori/primari che hanno garantito sino ad oggi un livello ed una qualità delle prestazioni sanitarie secondo standard di efficienza e appropriatezza che non sono state garantite da chi rischia in virtù di criteri dettati dalla sorte (e non dagli standard di qualità) di diventare il direttore della Uoc”. Secondo Talerico “in tale quadro si apre una stagione molto importante per la sanità del capoluogo e per l’intera Regione, dove la politica dovrà cercare di supportare il management aziendale, evitando di attivare pressioni o strumenti di condizionamento o peggio ancora di attivare ingerenze nel processo di integrazione tra Pugliese-Ciaccio e Policlinico, con l’unico obiettivo per taluni di  gestire bacini elettorali, anziché impegnarsi per una sanità governata da medici competenti in grado di ridurre i viaggi della speranza”.

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x