Ultimo aggiornamento alle 14:40
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il personaggio

Claudio Baglioni a Palmi: «Vedere il mare calabrese dal treno mi ha messo un bell’umore dentro»

Il cantautore romano ha preso parte alla XI edizione del Festival nazionale di diritto e letteratura

Pubblicato il: 19/04/2024 – 21:37
Claudio Baglioni a Palmi: «Vedere il mare calabrese dal treno mi ha messo un bell’umore dentro»

REGGIO CALABRIA Il sindaco metropolitano di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ha partecipato all’inaugurazione della XI edizione del Festival nazionale di diritto e letteratura di Palmi aprendo i lavori che hanno visto il cantautore Claudio Baglioni, lo scrittore Michele Caccamo ed il giudice Antonio Salvati discutere sul tema “Ma che musica è il diritto? Creazione e interpretazione tra norme e diritto”. «Mi ha un po’ incuriosito il titolo dell’iniziativa – ha detto Falcomatà – e quando ho visto che era coordinata dal dottor Salvati, ho capito quale fosse la sintesi che coniugava, in qualche modo, diritto e letteratura. Si tratta di un’iniziativa che non parla solo agli addetti ai lavori, ma unisce aspetti culturali importante che mi hanno ricordato le parole di un altro nostro grande concittadino e conterraneo, Francesco Cilea, quando diceva che ‘l’arte rivela ai cuori ciò che nessuna scienza rivela alle mentì. Credo sia una frase che calzi molto con questo evento». Nel salutare e ringraziare Baglioni, il sindaco metropolitano ha speso un pensiero anche per Michele Caccamo che «onora la sua terra senza chiedere nulla in cambio».

Baglioni: «Vedere il mare calabrese mi ha messo un bell’umore dentro»

«Sono qui per parlare di parole – ha detto Claudio Baglioni intervistato dal Tgr Calabria –, parole delle canzoni, i cosiddetti testi, che a volte possono essere enucleati, tolti dalla loro matrice musicale e letti separatamente». Nel suo repertorio Baglioni si è occupato anche di diritti negati. «In buona parte sì, ci sono tracce di questo e ci sono anche molte domande e qualche rara risposta perché gli argomenti sono difficili, perché rispetto a una canzone che è fatta di tratti quotidiani, la canzone sui diritti, sulla socialità, sull’avventura e le disavventure di vivere una vita in comune, è più delicata perché si rischia di essere banali e scontati». «Le parole cantate – ha detto ancora Baglioni – non credo che cambino il mondo ma potrebbero aiutare a migliorarlo». Baglioni ha parlato anche del suo arrivo in Calabria. «Ero in treno sul mare – ha spiegato –, non avevo mai fatto questo viaggio in treno, non avevo mai visto questo grande giocattolo che è il mare, bagnare così meravigliosamente la spiaggia, le coste, e dall’altra parte la montagna che si alzava, e senza tante parole mi ha messo un bell’umore dentro. Quindi è stato un bel viaggio, spero sarà anche un bel ritorno».

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x