Ultimo aggiornamento alle 21:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la nota

Volante di polizia speronata a Reggio, il Sap: «Un’altra notte di follia»

Il sindacato esprime vicinanza agli agenti feriti: «Non sono più tollerabili queste condotte, la città merita più attenzione»

Pubblicato il: 20/04/2024 – 23:09
Volante di polizia speronata a Reggio, il Sap: «Un’altra notte di follia»

REGGIO CALABRIA Dopo il rocambolesco inseguimento dello scorso 28 marzo, nel quale un’auto che non si era fermata all’alt della polizia andava a schiantarsi, nel quartiere di Catona, contro una volante precedentemente allertata dai colleghi per bloccare i fuggitivi, ieri notte la situazione si è ripetuta nel rione Marconi. Anche in questa circostanza una Fiat Panda, di provenienza furtiva, finiva con l’impattare con la volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Gli operatori chiamati ad intervenire per un tentativo di furto in un’abitazione del centro città riuscivano, attraverso i sistemi di videosorveglianza di zona, ad individuare i responsabili e la vettura che è risultata rubata nella stessa mattina. Il veicolo veniva intercettato e nonostante gli Agenti avessero attivato i sistemi acustici e visivi per intimare l’alt al conducente, quest’ultimo colpiva volontariamente l’auto della Polizia, causando lesioni ai due operatori. Gli occupanti, due ventenni, sono stati arrestati per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e danneggiamento dei beni dello Stato.

Le parole del Sap

Il Segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia di Reggio Calabria, Michele Granatiero, oltre ad esprimere solidarietà e vicinanza ai colleghi feriti, è tornato a denunciare all’opinione pubblica l’ormai insostenibile situazione: «Non sono più tollerabili queste condotte, solo la professionalità messa in atto, anche in questa occasione, dai nostri colleghi ha scongiurato il peggio. Ci troviamo spesso dinanzi a criminali che non si fermano davanti ad una divisa. Non ci stancheremo mai di dire che Reggio Calabria, e la Calabria tutta, ha bisogno della giusta attenzione da parte del Dipartimento, occorre mettere in campo quante più risorse possibili per arginare questi fenomeni e restituire ai calabresi un adeguato livello di sicurezza. Proprio per questa ragione non possiamo e non vogliamo accettare la paventata chiusura di alcuni Reparti Prevenzione Crimine della Calabria che, con il loro operato, implementano il controllo del territorio in una regione martoriata dalla criminalità organizzata, auspichiamo invece un rafforzamento delle piante organiche di questi reparti e se necessario anche l’apertura di un analogo presidio nella provincia di Catanzaro». «Ancora un plauso ai nostri colleghi che ogni giorno, nonostante l’evidente rischio al quale sono esposti, non esitano a mettere a repentaglio la loro incolumità per garantire la legalità e la civile convivenza dei cittadini all’interno del territorio reggino».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x