Ultimo aggiornamento alle 10:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

il tour

Salvini in Calabria: «Schlein prenda il traghetto tutto l’anno». «Sull’Alta velocità attendo un progetto sensato»

Le tappe del leader del Carroccio a Cosenza e Catanzaro. Sulle Europee: «Sono convinto che anche in Calabria il risultato sarà buono»

Pubblicato il: 30/05/2024 – 15:55
di Fabio Benincasa
Salvini in Calabria: «Schlein prenda il traghetto tutto l’anno». «Sull’Alta velocità attendo un progetto sensato»

COSENZA La febbre elettorale cresce, i big dei partiti si muovono e anche in Calabria la campagna elettorale sta vivendo la fase di intensificazione degli sforzi in vista del rush finale, soprattutto per le Europee. Nel Cosentino, il leader della Lega, Matteo Salvini, fa tappa questa mattina a Villapiana prima di spostarsi a Cosenza. In un noto locale della città dei bruzi, il ministro incontra elettori e simpatizzanti, un’oretta o poco più per chiedere sostegno elettorale in vista di una competizione, quella che conduce a Bruxelles, che rischia di essere un serio banco di prova.

«La statale 106 sarà la strada della bellezza»

L’arrivo alle 15 del leader del Carroccio è anticipato da un nutrito gruppo di fedelissimi che arriva in sala per prendere posto in attesa del breve comizio del ministro. La sala è piena, le bandiere sventolano all’ingresso di Salvini. Che prende subito il microfono in mano. «Ho tenuto ad andare in cantiere, in galleria, in una delle più grandi opere pubbliche in Italia in corso in questo momento. Un miliardo di euro di investimenti per la strada statale 106 Jonica. Ho parlato con gli operai, con gli ingegneri, con i progettisti. I tempi sono assolutamente rispettati». Il ministro questa mattina ha effettuato un sopralluogo nel cantiere del terzo megalotto della Statale 106 nella Sibaritide. «La strada statale 106 non sarà più ricordata come un’arteria della morte, ma della bellezza», chiosa Salvini.

L’affondo a Elly Schlein

Dalla Ss 106 si passa al Ponte sullo Stretto. «E’ chiaro che ci vuole una linea continua da Palermo a Messina a Reggio che risalga tutta la Calabria e poi arrivi a Roma, Milano, Berlino». E poi l’affondo «all’amica e collega Elly Schlein». «Ho visto un video della segretaria che ha detto che “bello il traghetto ci si mette poco”, andate a leggervi i commenti di centinaia di cittadini calabresi e siciliani che quello Stretto lo attraversano per lavoro tutti i giorni, non è divertente». I giornalisti ricordano al ministro del documento del Comune di Villa San Giovanni dove si denuncia la realizzazione di un pilone del Ponte su una faglia. «Se la direttrice della Galleria del Vento del Politecnico di Milano dà l’ok, se centinaia di ingegneri danno l’ok, non credo ci siano problemi sulla realizzazione».

Salvini a Catanzaro con Sasso, Mancuso e Durigon

L’Alta velocità ferroviaria arriverà

Arriverà in Calabria l’alta velocità ferroviaria? La domanda è secca, Salvini risponde così: «Mi porteranno sul tavolo il progetto più sensato. È chiaro che se faccio il Ponte per unire Messina-Reggio ho bisogno di arrivare velocemente in macchina e in treno da Palermo a Messina e da Salerno a Reggio Calabria. È per quello che mi serve il Ponte. Le fermate dell’Alta Velocità, gli svincoli sulla 106, li decidono i tecnici. Io dico ai tecnici portatemi il tracciato più sensato dell’Alta velocità fra Salerno e Reggio Calabria e quello si farà».

La Lega in Calabria

La Lega in Calabria si è rafforzata con una robusta campagna acquisti e il leader del Carroccio non solo conferma la crescita del partito. «C’è una buona aria. Sicuramente vogliamo crescere rispetto alle elezioni politiche. Abbiamo degli ottimi candidati, Simona Loizzo, Filippo Mancuso, Orlandino Greco. Poi si sono avvicinati tanti sindaci, tanti imprenditori. Anche la consigliera Katia Gentile e Peppe Mattiani, eletti con Forza Italia». Salvini non ha dubbi: «Il risultato della Lega sarà buono. Detto questo, sceglieranno gli italiani». Il ministro chiosa sui risultati raggiunti. «Oggi sono contento perché è in vigore il decreto salva casa e il decreto autovelox. Poi votano gli italiani l’8 e il 9 giugno, il voto è sacro e rispetterò qualunque scelta».

La tappa a Catanzaro

Per Salvini bagno di folla anche nella seconda tappa, a Catanzaro, a sostegno della candidatura alle Europee del presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso. Sul piano dei contenuti, il leader della Lega ha ribadito quanto già dichiarato a Cosenza e nella Sibaritide, osservando comunque che l’obiettivo della Lega alle Europee sarà quello di «crescere, crescere rispetto alle ultime elezioni politiche e la Calabria sarà una delle sorprese più belle».  Salvini ha poi rivendicato la bontà della scelta di candidare alle Europee in varie circoscrizioni, compresa quella del Sud che comprende la Calabria, il generale simbolo dell’ultra-destra Roberto Vannacci, una candidatura che avrebbe suscitato più di un malcontento nel Carroccio: «Decidono i cittadini, io penso che il generale Vannacci sia una persona leale, onesta, capace, coraggiosa, e che lo manderemo in Europa a occuparsi appunto di sicurezza, di migrazione. Siccome le guerre le ha fatte, sa come evitare altre guerre. Io penso – ha proseguito Salvini – che sarà il più votato, non della Lega, ma di quasi tutti i partiti italiani, da Catanzaro a Milano, passando per Roma. E poi il bello della democrazia è che scelgono i cittadini. E io ovunque vado trovo tanta gente che mi dice che voterà Vannacci».  (f.benincasa@corrierecal.it) (Ha collaborato Antonio Cantisani)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x