Ultimo aggiornamento alle 20:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’appuntamento

Lamezia Terme tra le “Piazze di Pace” italiane collegate alla preghiera per Kiev

L’iniziativa del Mean. Parteciperanno anche il cardinale Edoardo Menichelli e gli abati di Montecassino e Montevergine

Pubblicato il: 09/07/2024 – 19:32
Lamezia Terme tra le “Piazze di Pace” italiane collegate alla preghiera per Kiev

LAMEZIA TERME Mentre si intensificano gli attacchi russi sulle città ucraine, assume ancor più rilievo l’iniziativa promossa dal Movimento Europeo di Azione Nonviolenta (Mean) a Kiev. L’11 luglio, giorno della memoria religiosa di San Benedetto, patrono di Europa, e della memoria civile della strage di Sebrenica, in piazza santa Sofia a Kiev, cuore religioso dell’Ucraina, un centinaio di attivisti del Mean e i leader delle confessioni religiose locali daranno vita ad un momento di preghiera interconfessionale intitolato “un Magnificat per l’Ucraina”.
Contemporaneamente in venticinque località italiane moltissime persone si uniranno in collegamento per condividere il gesto. Ad animare queste “Piazze di Pace” ci saranno parrocchie, comunità, associazioni, diocesi  e comuni.  Il cardinale Edoardo Menichelli, arcivescovo emerito di Ancona-Osimo, guiderà il gruppo che si ritroverà nella sala municipale di San Severino Marche. Aderiscono anche le Abbazie di Montecassino e di Montevergine. Gruppi si collegheranno dalle maggiori città italiane: Roma, Milano, Torino. Moltissimi conventi di clausura hanno assicurato che si uniranno spiritualmente in preghiera con la piazza di Kiev.
Tra le ventiquattro Piazze di Pace in collegamento con l’Ucraina, anche Lamezia Terme, che si connetterà con Kiev dalla Cappella del complesso interparrocchiale di San Benedetto dalle 16:30 alle 19:00. A guidare la partecipazione da Lamezia sarà don Domenico Cicione Strangis, mentre in terra Ucraina, tra i marcianti del Mean, ancora una volta ci sarà don Giacomo Panizza, presidente di Comunità Progetto Sud e attivista per le azioni di pace e la fondazione dei Corpi Civili di Pace.

Il gesto inizierà alle ore 17 italiane. Nella piazza Santa Sofia si ascolteranno le testimonianze dei gruppi scout locali e l’esperienza di nonviolenza attiva a fronte dell’aggressore russo della cittadina di Horodnya. Dopo di ciò il nunzio della Santa Sede, mons. Visvaldas Kulbokas aprirà la preghiera.  I vertici del Consiglio panucraino delle Chiese, della comunità ebraica e di quella islamica si alterneranno con gli ospiti italiani «per gridare come la piccola Maria – ha scritto mons. Kulbokas presentando l’iniziativa- che “i ricchi torneranno a mani vuote” e che “i troni dei potenti saranno rovesciati”, l’orecchio di Dio sarà teso sull’orecchio degli oppressi e gli oppressori, anche se apparentemente più forti sul campo militare, non potranno mai vincere contro la giustizia e la verità». Dall’Italia interverranno in Cardinale Menichelli, l’abate di Montecassino, Antonio Luca Fallica, l’abate di Montevergine, Riccardo Luca Guariglia.
Al termine vi sarà un giro di saluti e solidarietà da parte dei gruppi collegati dalle località italiane.
Angelo Moretti, portavoce del Mean spiega: «Il gesto delle “Piazze di Pace” vuole dare un segno tangibile di solidarietà e empatia da parte di numerose persone che non sono riuscite a venire a Kiev con noi. Le piattaforme digitali possono permettere di far risuonare la voce di persone fisicamente distanti, ma spiritualmente prossime a un popolo che anche in questi giorni continua a subire la brutale violenza degli aggressori russi, come ha drammaticamente dimostrato il bombardamento all’ospedale pediatrico di Kiev. Noi del Mean ci proponiamo così non solo come corpi di pace presenti nei luoghi del dolore ucraino, ma anche come ponte con chi è lontano dal teatro di guerra, ma vuole esprimere la propria vicinanza alla sofferenza di quella gente».
La preghiera interconfessionale potrà essere seguita anche sulla pagina facebook del Mean. Mean è un’iniziativa di persone a cui hanno aderito: Azione Cattolica Italiana, Masci, Movi, Base Italia, Vita, Rete Sale della Terra, Fondazione Gariwo, Comunità Progetto Sud, Reti della Carità, ANCI regionali.

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato  

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x