Ultimo aggiornamento alle 19:08
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’analisi

Pnrr, le criticità in Calabria secondo la Uil: attuazione al 40% e risorse parcellizzate

Il sindacato elenca i ritardi e le lentezze dei progetti nella nostra regione, dovuti anche alle debolezze degli enti locali – IL REPORT

Pubblicato il: 09/07/2024 – 11:59
Pnrr, le criticità in Calabria secondo la Uil: attuazione al 40% e risorse parcellizzate

CATANZARO Il 40% di attuazione a fronte del 64% previsto, e una eccessiva parcellizzazione degli interventi e delle risorse. Sono questi i limiti nell’attuazione del Pnrr in Calabria secondo la Uil, che ha diffuso i dati di un report dal quale emergono ancora numerosi ritardi e diverse criticità. Ritardi e criticità definite dalla segretaria generale della Uil Calabria Mariaelena Senese «importanti», e tra queste spicca «la scarsa trasparenza, nel senso che – sostiene Senese – poco si sa relativamente al monitoraggio dei dati del Pnrr perché è stato tutto accentrato sul livello nazionale. Un elemento che con l’autonomia differenziata configura un binomio mortale per il Mezzogiorno e in particolare per la Calabria». Per la Senese il dato preoccupante è che «c’è un’emigrazione che non è più solo un’emigrazione di quantità ma soprattutto di qualità. dovuta sicuramente alle scelte politiche degli ultimi anni, scelte spesso miopi e localistiche mentre era necessario intervenire con risorse straordinarie e sgravi fiscali particolari». A scendere ulteriormente nei dettagli del report – consultabile alla fine dell’articolo – il segretario generale della Uil Fpl Walter Bloise: «In Calabria si investe tanto in alcuni settori a differenza di altri, a esempio abbiamo circa 5 miliardi di euro di investimenti in infrastrutture con opere come l’Alta velocità che valgono 2 miliardi di euro, altri interventi, sulle reti immateriali che valgono 400-500 milioni di euro l’una. E tutto questo serve a recuperare un gap che ci dovrebbe poi portare al livello di altre regioni, che invece hanno potuto investire su altri settori. Non a caso in Calabria si investe in turismo per circa 100 milioni di euro contro i 5 miliardi delle infrastrutture, si investe in sanità per 500 milioni di euro contro il miliardo dell’innovazione tecnologica».

Da sinistra Mariaelena Senese e Walter Bloise

Il tema della carenza di personale

Per Bloise «è evidente che i ritardi sono anche strettamente connessi alla incapacità da parte delle pubbliche amministrazioni di appaltare e realizzare in poco tempo svariate migliaia di interventi, stiamo parlando di circa 11 mila interventi. La maggior parte sono interventi piccoli, abbiamo notato che c’è una grandissima parcellizzazione delle risorse, superiore rispetto ad altre regioni. Migliaia di interventi sono inferiori ai 30-20 mila euro, ed è evidente – prosegue il segretario della Uil Fpl – che in questo momento i Comuni si trovano a realizzarne tantissimi e sono assolutamente senza personale. Da questo punto di vista la Regione ha investito tantissimo nelle assunzioni, 500-600 sono recenti e altre se ne faranno, invece non è la stessa situazione nei Comuni che hanno vincoli spesso insormontabili. È evidente che senza personale si fa fatica a fare un piano straordinario di interventi. Infatti tra le proposte che lanciamo c’è proprio quella sbloccare le assunzioni: servirebbe un investimento di circa 30 milioni di euro all’anno per 10 anni per portare circa un migliaio di tecnici qualificati a lavorare proprio per recuperare sugli interventi che in questo momento sono molto indietro. Purtroppo però gli interventi vanno conclusi entro due anni». (c. a.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x