«Milleproroghe contro i Comuni: una follia»

di Francesco Cannizzaro*

Un balzo indietro nel tempo, ecco cos’è la scelta scriteriata della maggioranza in Senato di bloccare i 3,8 miliardi di euro destinati al “Piano Periferie”, strumento urbano che all’interno del Milleproroghe era stato pensato per donare nuovo decoro e nuova vita alle nostre già degradate periferie. Il grido d’allarme lanciato dai sindaci calabresi e non, indignati al diffondersi della notizia, trovano in Forza Italia ed in tutti i suoi esponenti parlamentari piena solidarietà ed assoluto sostegno in quella che già si preannuncia una battaglia di “civiltà urbana”. Non può assolutamente passare l’idea che per far fronte a scelte scriteriate di natura finanziaria promesse in campagna elettorale, oggi, i cittadini delle nostre città debbano vedersi tagliare i legittimi fondi che contribuirebbero a rilanciare i propri quartieri  e le proprie abitazioni, sottraendoli, finalmente, al degrado urbano che una espansione incontrollata ed abusiva le ha rilegate negli ultimi decenni. Intere mini-town inghiottite dall’abbandono di criteri semplici urbanistici e funzionali che, grazie all’impiego di investimenti preventivi da parte di primi cittadini lungimiranti, stavano incominciando a sperare di tornare ad essere protagonisti anch’essi nella vita cittadina delle proprie comunità. Sindaci che addirittura hanno avviato la fase progettuale ed individuato i responsabili dei relativi procedimenti. Risorse e speranze che rischiano di svanire nel nulla. Non consentiremo che risorse indispensabili, già preventivamente poste nei piani di sviluppo delle nostre prime città calabresi, vengano deviate verso fantasiose operazioni finanziarie per sottostare a diktat politici di stralunati governanti. Non saranno le ferie ferragostane a distrarci da questo “gioco di prestigio” anzi, già da oggi, è mia intenzione attraverso i vertici regionali e nazionali di Forza Italia, coinvolgendo anche le altre forze parlamentari di opposizione, a mettere in campo un azione incalzante nei confronti della maggioranza di governo del Paese, utile a sospendere immediatamente l’efficacia del blocco previsto delle somme per le periferie. Non ci sono strategie politiche o finanziarie che tengano davanti a simili colpi di mano, specie se ad effettuarli sono proprio coloro che per tutta la campagna elettorale si sono professati difensori delle comunità e della loro sicurezza. Intervenire sulle periferie, oltre che ridare dignità ad interi quartieri, vuol dire riportare anche l’ordine e la sicurezza, ed oggi, chi di questo mantra ne ha fatto un cartello propagandistico, non può e non deve voltare le spalle ai cittadini ed alle loro vite, abbandonando quei sindaci che quotidianamente sono costretti a dare risposte, alle volte impossibili. Chi ha votato il blocco del piano periferie, ha abbandonato al proprio destino centinaia di migliaia di famiglie, rilegandoli ai margini delle proprie comunità già da tempo sacrificate sull’altare dell’espansione selvaggia urbanistica. Forza Italia è al fianco dei Sindaci, tutti, e farà tutto ciò che è democraticamente lecito per far tornare sui propri passi chi in queste ore, al governo, ha preso un colpo di sole!

*Deputato di Forza Italia





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto