«Oliverio autoreferenziale, ora andiamo oltre»

di Stefano Luciano*

È da condividere la linea della segreteria nazionale del PD, in riferimento alle prossime elezioni regionali, che tende al superamento di Oliverio ed ad evitare le primarie. Ed infatti, oggi in Calabria, è forte l’esigenza di superare una fase di discussione che interessa pochi addetti ai lavori e avviare un processo di allargamento e coinvolgimento di pezzi della società civile che possano essere portatori di energie nuove e diverse per disegnare un progetto credibile per le elezioni regionali. La capacità del PD, infatti, deve misurarsi con la necessità di coinvolgere imprenditori, professionisti, espressioni del mondo del lavoro, in un progetto ampio di rilancio dell’attività amministrativa che sappia interpretare le profonde trasformazioni avvenute nel tessuto sociale ed economico.
I progetti, come noto, camminano sulle gambe degli uomini e vi sono fasi storiche in cui occorre lanciare messaggi di discontinuità anche nelle candidature che portino ad individuare figure di sintesi che sappiano riportare ad unità un partito che deve presentarsi compatto alla competizione elettorale. Certamente, in regione attualmente, non si respira un’aria di serenità in considerazione dei conflitti oramai stabilizzatisi intorno alla figura di Oliverio, che rischiano di rilegare parte del partito calabrese ad una posizione isolata e come tale non vincente. Questo clima generale deve essere superato attraverso l’individuazione di una figura di superamento come candidato alla carica di governatore che sappia rappresentare l’esigenza di rinnovamento e ricondurre ad unità una scelta, evitando il meccanismo delle primarie che, in questo quadro, non farebbero altro che alimentare lacerazioni e conflitti. Questa esigenza di superamento, per la verità è fortemente sentita nel Vibonese anche in considerazione del fatto che la gestitone Oliverio è stata in parte autoreferenziale e non ha coinvolto nei processi gestionali e strategici questa provincia, così fortemente desiderosa si dire la sua su scala regionale. Sul punto basti pensare all’assenza di qualunque rappresentate del territorio nella composizione della giunta. Pertanto, mi unisco alla segreteria nazionale e provinciale nella richiesta di avviare una fase nuova, che possa portare al superamento di Oliverio e alla costruzione di un processo unitario di sostanziale rinnovamento.

*capogruppo PD consiglio comunale di Vibo Valentia







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto