Il futuro della Calabria passa anche dall’agricoltura sostenibile

di Franco Laratta*

CAMIGLIATELLO Gianpietro Magliari è un ragazzo di 26 anni che vive in Sila e lavora nell’azienda agricola ‘Magliari’ di Camigliatello.
È un ragazzo che ama fortemente il suo lavoro, la natura, il contatto diretto e quotidiano con la terra. «Mi piace essere definito “patataro”, ne sono orgoglioso, magari per tanti è un soprannome da campagnolo, ma per e i miei colleghi, ripeto è orgoglio!», dice con determinazione e certezza.
La sua azienda produce patate, che sono un gioiello di bontà e genuinità dell’altopiano della Sila, ormai apprezzate e vendute in tutta Italia: «In Calabria dovremmo essere forse un po’ tutti contadini, non dovremmo vergognarci di ciò che siamo, alla politica non dovremmo chiedere favori personali, ma di fare investimenti su strade e autostrade, il lavoro deve crearlo l’imprenditore non la politica come si è sempre pensato in passato, ma ad oggi è finito questo tempo, i tempi sono maturi per crescere tutti insieme! Politica-Impresa-Lavoratori».
Gianpietro dimostra una grande maturità, e idee molto chiare. Il ragazzo ha studiato al Tecnico Commerciale ‘Pezzullo’ di Cosenza e poi Economia Aziendale all’Unical, è attivo nella Pro-loco di Celico e in tante iniziative sociali, ha tanta voglia di fare, di lavorare. E lo fa con piacere. Il che non è affatto scontato in una realtà come quella calabrese, dove burocrazia, ritardi, cattiva politica e la mancanza di infrastrutture rendono tutto più difficile.
Gianpietro non ha lasciato la Calabria come migliaia di suoi coetanei stanno facendo ormai da anni, nell’indifferenza generale. Lui ha voluto rimanere, ha continuato a studiare, ma i suoi campi di patate non li ha mai abbandonati. «Vi siete mai chiesti quanto sia importante l’agricoltura; quanto sia prezioso il lavoro di donne e uomini che ogni giorno si svegliano all’alba scendendo nei campi per riempire le nostre tavole? Ed oggi, mentre magliaia di ragazzi scendono in piazza per cercare di sensibilizzare i leader della terra nonché ognuno di noi sul problema dell’inquinamento, noi pensiamo a quanto sia importante la figura dell’agricoltore poiché l’agricoltura è alla base dell’economia. Un’ agricoltura sostenibile potrebbe rappresentare un grande passo in avanti per preservare il nostro pianeta».
E come Gianpietro ripete sempre e con convinzione: «I tempi sono maturi per crescere tutti insieme: Politica-Impresa-Lavoratori», e lo scrive sulla sua pagina facebook con le iniziali maiuscole.
Un esempio per tutti.

*Giornalista-già parlamentare







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto