«Zingaretti in Calabria è una svolta simbolica»

di Antonio Viscomi*

La presenza del segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti, arrivato in Calabria per incontrare e presentare la candidatura di Pippo Callipo alla presidenza della Regione Calabria, segna un punto di svolta nel percorso di ricostruzione della comunità democratica, impregnato di una forte carica simbolica. Quasi creando un ponte ideale con la grande manifestazione sindacale di maggio a Reggio Calabria, il Segretario dedicherà infatti un tempo significativo della sua giornata calabra per incontrare, nello stabilimento produttivo, i lavoratori e poi i sindacati, a ribadire in modo evidente la centralità del lavoro e di chi lavora come valore essenziale del PD e azione prioritaria per la nostra regione. E dedicherà poi un altro tempo a presentare la candidatura di Callipo e l’impegno per la rigenerazione del partito nella prospettiva del campo largo aperto alla società civile. Purtroppo l’impegno in aula determinato dai tempi lunghi della fiducia richiesta dal governo, la cui procedura è iniziata con il primo voto alle 19 di ieri giovedì e finirà con l’ultimo voto alle 18 di oggi venerdì, mi impedisce di essere presente in Calabria. Ma sarò idealmente accanto ai tanti uomini e alle tante donne democratiche che nell’incontro con Nicola Zingaretti troveranno ragioni e passioni per portare avanti un progetto politico popolare che consenta di contrastare fattivamente l’iniziativa populista che ogni giorno che passa rivela il suo vero volto e che proprio per questo richiede l’auspicabile unità dei partiti e dei movimenti di centrosinistra.

*Deputato PD







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto