«Restate a casa per il bene di tutti»

di Opi Calabria e Ordine Tsrme Pstpr Calabria*

Restiamo a casa. Lo dobbiamo fare perché lo dicono i decreti Ministeriali quindi rispetto per la legge, ma lo dovete fare per i nostri figli, fratelli, genitori e nonni. Fatelo per voi e per i professionisti sanitari impegnati sul campo che sono allo stremo della forza, fatelo per ritornare al più presto alla normalità.
E’ un atto di responsabilità civile che ci è chiesto a ciascuno di noi perché l’Italia si è sempre dimostrata una grande nazione, vi chiediamo di rispettare le indicazioni.
Abbiamo letto e sentito i vari comunicati delle istituzioni che la malattia non colpisce solo gli anziani, ma anche i giovani con complicanze gravi che richiedono l’intervento della terapia intensiva.
Non c’è più tempo la cura di noi stessi passa attraverso l’attenzione che abbiamo per l’altro, una semplice dinamica di sopravvivenza della popolazione
Non si deve uscire di casa per non essere contagiati e non contagiare, nonostante i richiami e le informazioni spesso si disattendono le disposizioni.
Infine si porge un profondo ringraziamento ai sanitari impegnati per quello che stanno facendo, e dando il meglio di loro stessi per assistere i cittadini che richiedono le loro cure aldilà del possibile e dell’impossibile.
Non c’è più tempo, tutti siamo parte di questa battaglia ed ognuno di noi è chiamato alla responsabilità civile e alla tutela della vita.
* presidenti degli Ordini delle Professioni Sanitarie Calabresi





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto