«Mettiamo da parte le divergenze e ripartiamo»

di Antonino De Masi*

Ho appena appreso la devastante notizia della morte della presidente Santelli.
Mi sento profondamente e umanamente scosso, anche davanti al sacrificio che lei ha fatto nel cercare di governare la Calabria, in quanto le sue già precarie condizioni di salute sono state certamente aggravate dallo stress dal gravoso impegno che si è assunta.
A lei donna di “Calabria”, governatrice di una regione complessa, va il rispetto dovuto anche per aver affrontato con coraggio le battaglie della nostra terra sino all’ultimo momento. Al di là delle divergenze politiche tutti, e ripeto tutti sia a destra che e sinistra, devono stringersi intorno a questo drammatico avvenimento e cercare, nel nome del domani di questa terra e della sua sopravvivenza, di dare risposte. Il sacrificio della Presidente Santelli va onorato, ribadisco al di là delle ideologie politiche, cercando di superare tutti insieme uno dei momenti più difficili della storia della nostra Regione, aggravato da un lutto molto grave e da un contesto di povertà  e precarietà già pesante, oltre che ad una gravissima emergenza sanitaria.
Uomini e donne calabresi mettete da parte ogni divergenza ed uniti dal dolore e dal sacrificio di questa bella figlia di Calabria, la presidente Santelli, cercate, di ripartire. Il domani che ci aspetta non sarà certamente roseo ma tutti noi possiamo e dobbiamo, uniti e superando le ideologie, cercare di dare risposte.
La Calabria tutta ed i calabresi tutti onoreranno nel proprio cuore la figura della Presidente Santelli con il rispetto e la gratitudine che merita.
Le mie più sentite condoglianze alla famiglia.

*imprenditore





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto