«I numeri destano preoccupazione»

di Rubens Curia*

Desidero riflettere insieme a voi sui dati degli ultimi 30 giorni della Pandemia nella nostra Regione che devono destare preoccupazione anche perché l’aumento continuo dei ricoveri da SARS COV 2 implica una notevole erosione delle risorse umane e dei posti letto per l’assistenza ospedaliera ai pazienti con altre patologie.
Lasciamo parlare i numeri:
24 ottobre: ricoverati nei Reparti di Terapia Semintensiva 100; 24 novembre: 429
24 ottobre: ricoverati nei Reparti di Terapia Intensiva 10; 24 novembre: 42
24 ottobre: in Isolamento Domiciliare 1.739; 24 novembre: 9.664 ;
24 ottobre: deceduti: 105; 24 novembre: 243
Pertanto in un mese sono morte 138 persone contro le 105 decedute in 8 mesi! Lascio a voi i commenti sui ritardi nella organizzazione delle USCA, della Rete dei Laboratori di Virologia e di Patologia Clinica,
della attuazione del Piano Ospedaliero Covid 19 (posti letto delle Terapie Intensive e Semintensive), del potenziamento degli organici come previsto dai Decreti Conte, dell’incremento delle cure domiciliari per i pazienti no Covid e delle ore di specialistica ambulatoriale interna per evitare Liste d’attesa sudamericane.
Desidero ringraziare tutti quegli operatori sanitari e tecnici che in questi mesi, senza attendere direttive che non arrivavano, a mani nude hanno lavorato con passione e competenza.

*portavoce di “Comunità competente”





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto