Rissa nel centro di Tropea, fermate 4 persone

Alla base della lite il contenzioso per la proprietà di un bar. I carabinieri hanno sedato la rissa e trasferito le persone fermate nelle loro abitazioni in regime di arresti domiciliari

TROPEA Una lite per la contesa della proprietà di un bar è degenerata in rissa. E solo l’intervento dei carabinieri ha riportato la calma nella centralissima Piazza Ercole a Tropea. I protagonisti della rissa – i fratelli Antonio e Francesco Cortese rispettivamente di 52 e 47 anni entrambi pregiudicati, Francesco Pandullo 52 anni, pregiudicato e suo figlio Antonio 21 anni – sono stati arrestati al temine degli accertamenti anche sanitari.
Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, una pesante lite tra i quattro – già protagonisti in passato di alterchi per via di un contenzioso tra due famiglie relativo alla proprietà di un bar – sarebbe sfociata venerdì mattina in una vera e propria rissa nel cuore della cittadina vibonese.
A quel punto, allertatati dalla cittadinanza, sono intervenuti congiuntamente i carabinieri del Norm-Aliquota Radiomobile e della Stazione di Tropea, che dopo aver calmato gli animi e portato tutti i protagonisti dell’increscioso episodio in caserma.
Al termine degli accertamenti, i quattro sono stati fermati e trasferiti nelle loro abitazioni agli arresti domiciliari così come disposto dall’autorità giudiziaria.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto