Picchia la moglie con una ciabatta elettrica, arrestato

L’uomo, un 51enne di origine marocchina, avrebbe colpito la donna al termine di una lite. Ad avvisare i carabinieri di Catanzaro, la stessa vittima

CATANZARO Avrebbe frustato la moglie con una ciabatta elettrica al culmine di una lite. Con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, un 51enne di origine marocchina, Mohammed El Fidadi, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Catanzaro. Ad avvertire dell’accaduto la stessa donna che, in modo confusionario, è riuscita a segnalare alla Centrale operativa la violenza subita. Giunti sul posto, i carabinieri hanno trovato l’uomo in piedi in prossimità della donna, riversa al suolo, dolorante e in lacrime. All’interno dell’appartamento sono stati rinvenuti numerosi cocci di vasi in frantumi. La donna, recuperate parzialmente le forze e sebbene visibilmente scossa, è riuscita a raccontare quanto avvenuto, specificando di essere stata violentemente frustata con una ciabatta elettrica, poi rinvenuta dai militari e posta sotto sequestro, riferendo inoltre di esser stata calpestata sulla nuca dal proprio marito e di essere stata strattonata ai capelli dopo essere riuscita ad aprire la porta di casa. L’ennesima di una ripetuta serie di violenze verbali e fisiche, mai denunciate per il terrore di subire ripercussioni peggiori. La vittima, accompagnata in ospedale per le cure del caso, ha subito lesioni giudicate guaribili in 5 giorni. Il marito, tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, è stato tradotto presso la camera di sicurezza della Compagnia carabinieri di Catanzaro, in attesa dell’udienza di convalida, a seguito della quale, nei confronti dell’uomo, è stata disposta la misura dell’allontanamento dalla casa familiare.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto