Follia ultrà a Lamezia, in manette un minore

L’arresto, avvenuto a Catania, è stato disposto dal gip di Catanzaro. I supporter della squadra etnea avevano aggredito alcuni docenti scambiandoli per tifosi del Siracusa

CATANIA Un giovane di 17 anni è stato arrestato a Catania da agenti della Digos della Questura del capoluogo etneo su disposizione del Gip per il Tribunale per i Minorenni di Catanzaro perché accusato di aver preso parte insieme con i 20 ultras catanesi arrestati il 4 maggio dello scorso anno nell’ambito dell’operazione denominata “Tifo selvaggio” all’aggressione, avvenuta a Lamezia Terme durante una trasferta dei tifosi rossazzurri a Matera il 29 aprile del 2017, di un gruppo di ignari docenti universitari, che furono scambiati per tifosi del Siracusa. Gli agenti della Polizia di Stato di Catania hanno eseguito l’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere su delega della Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Catanzaro.
L’indagine fu condotta dai poliziotti del Commissariato di Lamezia Terme e della Digos di Catanzaro in stretta collaborazione col personale della Digos di Catania. Al minorenne, che era indagato, sono stati contestati a vario titolo, i reati di rapina impropria, danneggiamento aggravato, incendio, lesioni aggravate, violenza privata, utilizzo di oggetti atti a offendere in occasione di manifestazioni sportive, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione abusiva di materiale esplodente.
Il minorenne, che è stato anche sottoposto ad un Daspo, è stato rinchiuso nel carcere minorile di Bicocca.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto