Chiaravalle, i carabinieri arrestano un “bombarolo”

Trovati in un casolare un ordigno da guerra, tritolo, detonatori e micce, assieme a fucili e pistole. In manette un 50enne

CHIARAVALLE CENTRALE Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Soverato, unitamente a militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, unità cinofila di Vibo Valentia e Stazione Carabinieri Forestale di S. Vito sullo Jonio, hanno effettuato un servizio di rastrellamento nelle aree boschive delle Preserre catanzaresi finalizzato alla ricerca di piantagioni di marijuana.
I militari hanno rinvenuto, all’interno di casolari e terreni in uso a C. A., 50enne di Chiaravalle Centrale, incensurato, una bomba a mano da guerra, 5 panetti di tritolo, per complessivi 2500 grammi, 12 detonatori, diversi metri di miccia a lenta combustione con relativi accenditori, due fucili, marca Beretta, calibro 20 – di cui uno risultato oggetto di furto consumato il 6 giugno 2012, a Tortona (AL) e l’altro con matricola abrasa – una pistola revolver, marca L. Baston, calibro 10.4, con matricola abrasa, e numerose cartucce per fucile.
Il materiale, in perfetto stato conservazione e funzionante, è stato sequestrato e verrà sottoposto ad accertamenti tecnici, per verificarne l’eventuale utilizzo in altri eventi delittuosi.
Il 50enne è stato arrestato, in flagranza di reato, con l’accusa di detenzione illegale di armi da guerra, clandestine, comuni da sparo, munizioni e ricettazione, e trasferito nel carcere di Catanzaro – Siano, in attesa dell’udienza di convalida.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto