A Vibo un corteo della Cgil per ricordare Sacko

Alla manifestazione hanno aderito anche associazioni, partiti e movimenti. Chieste misure straordinarie per le politiche sull’immigrazione

VIBO VALENTIA Si è svolta oggi a Vibo Valentia una manifestazione in ricordo di Soumaila Sacko, il ragazzo del Mali di 30 anni, attivista dell’Usb (Unione sindacale di base), ucciso il 2 giugno scorso a San Calogero con un colpo di fucile. Organizzata dalla Cgil, alla manifestazione hanno aderito associazioni, partiti e movimenti. L’occasione è servita anche per richiedere politiche sull’immigrazione con misure straordinarie. No, quindi, agli slogan ed alla politica dei respingimenti. Per la Cgil calabrese «il tema dell’immigrazione il più delle volte viene affrontato con estrema superficialità, con demagogia, attraverso il clima della paura, non conoscendone i risvolti, le analisi e le soluzioni, dimenticando quello che è avvenuto nel 2010 a Rosarno e il clima che ne è conseguito». La Cgil si è quindi stretta attorno ai familiari di Soumaila Sacko, ringraziando al contempo la tempestività dell’intervento della Procura di Vibo Valentia e delle forze dell’ordine, attendendo ora che la giustizia faccia il suo corso.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto