Pagamenti in sanità, le aziende calabresi sono le peggiori d’Italia

Sono le più lente nel saldare i creditori. La media è di 340 giorni d’attesa. Il debito complessivo è di 188 milioni

CATANZARO Le aziende sanitarie calabresi sono le più lente in Italia nel pagamento dei fornitori, con una media di 340 giorni di attesa per onorare una fattura. Lo rivela il monitoraggio periodico del Centro Studi di Assobiomedica, la federazione di Confindustria che rappresenta le imprese fornitrici di dispositivi medici alle strutture sanitarie pubbliche e private.
Secondo l’andamento registrato a fine luglio da Assobiomedica, ben 4 aziende calabresi occupano le cinque peggiori posizioni della particolare graduatoria: fanalino di coda, a fronte di un media nazionale di 120 giorni, è l’azienda ospedaliera “Mater Domini” di Catanzaro, che impiega quasi due anni, per la precisione 682 giorni, per effettuare i pagamenti. L’azienda “Mater Domini” è seguita dall’Asl Napoli 1 (444 giorni di attesa), dall’Azienda sanitaria provinciale di Crotone (397 giorni), dall’Asp di Catanzaro (365) e dall’Asp di Cosenza (355).
Nel complesso, il debito che le aziende sanitarie e ospedaliere calabresi hanno accumulato nei confronti delle imprese fornitrici è pari – rileva Assobiomedica – a circa 188 milioni.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password