Protestano i precari di Calabria lavoro

Giornata di tensione in Cittadella. Convocato un incontro in Presidenza, ma il capo di gabinetto chiede l’allontanamento dei lavoratori per evitare proteste. E parte dei sindacati va via dopo i continui rinvii

CATANZARO Le proteste in Cittadella sono (quasi) all’ordine del giorno. Più rare quelle in notturna, ma la frustrazione dei precari della legge 28 (un bacino di 280 lavoratori molti dei quali in servizio a Calabria lavoro) si è trascinata per tutta la giornata ed è proseguita fino a tarda sera, dopo un incontro rinviato tra il governatore e i sindacati. Il faccia a faccia sarebbe dovuto servire a trovare una strategia per risolvere la questione dei precari, che si trascina da anni di proroga in proroga. E invece se ne riparlerà più avanti, anche per via dei continui slittamenti in avanti della riunione, programmata prima alle 12, poi alle 16 e infine dopo la giunta regionale. Fino a che, stanchi di attendere, un gruppo di sindacalisti convocati ha deciso di abbandonare il campo. Fuori hanno trovato una delegazione di dipendenti imbufaliti da una condizione che va avanti da troppo tempo e (anche) da una frase contenuta nella convocazione. Il capo di gabinetto del governatore, Gaetano Pignatelli, ha infatti formulato ai dirigenti l’invito a evitare la presenza in ufficio dei precari nelle ore in cui era previsto l’incontro, probabilmente per evitare proteste. Aggiungendo la postilla “secondo le modalità che si riterranno”, che ai dipendenti è parsa offensiva. «Cosa avrebbe dovuto fare, portarci via con la forza? Siamo qui a lavorare tutti i giorni da anni – dicono -, non meritiamo di essere trattati così». Al termine dell’incontro si è deciso, in attesa di una risposta di merito in relazione alla possibilità di stabilizzazione nella Regione Calabria dei lavoratori da parte del Ministero della Funzione Pubblica, di riaggiornare il Tavolo nel breve periodo per approfondire ogni soluzione che tenda a garantire la prosecuzione del lavoro del personale afferente al bacino della legge regionale n. 28/2008 e la loro stabilizzazione. (ppp)

Protestano i precari di Calabria lavoro

Protestano i precari di Calabria lavoro

Pubblicato da L'altro Corriere TV su Sabato 22 settembre 2018





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto