In stato confusionale dopo l’evasione, arrestato un 53enne

Roberto Elia è stato trovato a Soriano Calabro. Stava scontando i domiciliari a Scigliano. Sul corpo aveva ferite e lividi

SORIANO CALABRO Nella mattinata odierna, i militari della Stazione di Soriano Calabro, durante un normale servizio di controllo del territorio, dopo essere stati allertati per il rinvenimento di due autovetture risultate poi provento di furto rispettivamente in Sorianello, frazione Fago-Savini e Gerocarne, frazione Sant’Angelo, sono stati informati, a seguito di una chiamata al 112, della presenza nel pieno centro di Soriano Calabro di una persona in completo stato confusionale.
I militari, subito accorsi, hanno ritrovato velocemente la persona che effettivamente era in stato di shock tanto da non riuscire a pronunciare per bene le sue generalità. Alla luce di ciò e delle numerosi ferite e lividi sul corpo, i carabinieri si sono da subito adoperati per soccorrere il soggetto mediante l’ausilio del 118 che decideva di trasferire il malcapitato al Pronto soccorso di Vibo Valentia.
Ma i militari, non convinti per le dichiarazioni rese nell’immediatezza dal malcapitato, hanno avviato più approfondite indagini sulla sua identità; e qui la sorpresa: il soggetto, identificato in Roberto Elia, classe 65, originario di Castrovillari, stava scontando la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la sua abitazione in Scigliano.
Da qui subito le verifiche volte a far luce sulla situazione o sul possibile caso di omonimia, ma nulla: l’identità del soggetto è stata confermata.
Per il 53enne, quindi, sono scattate le manette con l’accusa di evasione. Ancora non è chiaro il motivo circa la sua presenza nel centro cittadino delle preserre calabre; si sta verificando, tra le altre ipotesi, una sua possibile connessione con i rinvenimenti di auto provento di furto, ma allo stato non emergono elementi per sostenere tale teoria.
Elia, quindi, è stato arrestato dai militari della stazione di Soriano Calabro per evasione e posto nuovamente agli arresti domiciliari presso la sua abitazione in attesa del processo.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto