Il trasporto è a pagamento, padre di autistico si incatena davanti al Comune

Protesta a Marano Principato. Imposta una tariffa di 10 euro al giorno per i portatori di handicap. Il sindaco: «Scelta obbligata»

MARANO PRINCIPATO «Se un disabile prende 285 euro di pensione al mese, può pagarne 260 per il trasporto?». Si chiama Claudio Leone ed è il padre di un giovane affetto da autismo. Stamattina si è incatenato davanti al municipio di Marano Principato (Cosenza). La sua protesta deriva dal fatto che, dopo l’approvazione di una delibera comunale, il trasporto per i portatori di handicap è stato tariffato.
«Io mio figlio lo posso accompagnare, ma la mia protesta è per tutti gli altri disabili – dice Leone – che devono pagare 10 euro al giorno per il trasporto». Il sindaco, Luigi Pulice, rende noto che la scelta era obbligata, visto che per questo servizio non ci sono trasferimenti dalla Regione o dal Distretto sanitario e che ci sono a disposizione solo le esigue risorse comunali.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto