Reggio Calabria, sequestrata casa per anziani abusiva

Secondo la Procura, “La Margherita” esercitava l’attività in assenza di autorizzazione sanitaria e amministrativa. Nella struttura 17 ospiti per i quali è stato consigliato il trasferimento

REGGIO CALABRIA La casa per anziani “La margherita” di Reggio Calabria è stata sequestrata dalla guardia di finanza perché risultata abusiva. L’attività investigativa, coordinata dal procuratore della città Giovanni Bombardieri e dal procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni e diretta dal sostituto procuratore Nunzio De Salvo, ha consentito di rilevare che la struttura esercitasse l’attività in assenza di autorizzazione sanitaria e amministrativa. Durante le attività ispettive, espletate anche con il supporto di tecnici dell’Asp (Azienda sanitaria provinciale) e di un geriatra, sarebbe emerso che ai 17 ospiti della struttura non venisse offerta assistenza medica qualificata, nonostante venissero somministrati una serie di farmaci.
I reati contestati sono esercizio abusivo della professione, con somministrazione di medicinali senza il possesso delle qualifiche sanitarie necessarie, violazione di norme igienico–sanitarie per quanto riguarda il cibo e per il sovraffollamento della struttura. Inoltre, il geriatra, dopo aver analizzato la situazione clinica di tutti i pazienti, ha rilevato per la maggior parte di loro l’assenza delle cartelle cliniche. Il medico, scrivono i militari, ha consigliato il trasferimento degli anziani in altre strutture.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto