Nascondevano la droga in un cespuglio, due arresti a Reggio

In manette un 35enne e un 53enne. La polizia li ha trovati in possesso di cocaina e marijuana. Eseguiti altri due fermi per rapina e resistenza a pubblico ufficiale

REGGIO CALABRIA Due i reggini, di 35 e 53 anni, sono finiti in manette per reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due arrestati sono stati notati dal personale della polizia di Stato mentre, a bordo di un’auto, nel quartiere Arangea, avevano appena lasciato qualcosa in un cespuglio. Gli agenti delle volanti hanno atteso il ritorno dei due uomini nei pressi del “nascondiglio” e, dopo averli fermati e perquisiti, li hanno trovati in possesso di 14 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, già suddivisi in 8 involucri e una busta in plastica contenente 9 involucri di sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso di 44,65 grammi, nonché un bilancino di precisione e la somma di 338 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio.
All’interno dell’abitazione degli arrestati, in uno scatolo di scarpe, è stata rinvenuta e sequestrata la somma di 955 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio.
Altri due arresti sono stati eseguiti il 28 febbraio scorso. Il primo nel pomeriggio, a seguito di segnalazione di un furto consumato all’interno di una tabaccheria. L’uomo arrestato, un reggino di 39 anni, è stato sorpreso nella sua abitazione, subito dopo il crimine, con parte della refurtiva consistente in confezioni di sigarette e tabacco sfuso. Si è accertato che l’arrestato si era introdotto nell’attività commerciale durante l’orario di chiusura impossessandosi dei tabacchi.
Il secondo arresto in serata, a seguito di un intervento all’interno di un bar nei pressi della Stazione Centrale. L’uomo di 31 anni, di nazionalità senegalese, è stato individuato e fermato perché poneva in essere comportamenti di disturbo nei confronti del personale e della clientela del bar. Nonostante l’attenta attività di persuasione espletata dagli operatori delle volanti al fine di convincere l’uomo a lasciare il locale, questi si avventava contro di loro e, una volta immobilizzato, è stato arrestato per i reati di oltraggio, minaccia, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, nonché per danneggiamento aggravato dei beni dello Stato.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto