San Ferdinando, smantellate le tende usate per l’emergenza

Era state usate per ospitare coloro che avevano subito l’incendio delle baracche. I migranti saranno trasferiti nel nuovo agglomerato. Salvini: «Sgombero è un risultato straordinario»

SAN FERDINANDO È in corso nell’area di San Ferdinando lo smantellamento delle 31 tende che ospitavano circa 150 migranti, allestite nei mesi scorsi fra la vecchia baraccopoli e la nuova tendopoli per accogliere coloro che avevano subito l’incendio delle baracche. Alla luce della nuova disponibilità di posti nella nuova tendopoli, la Prefettura e la Questura di Reggio Calabria hanno deciso di procedere al trasferimento di tutti i migranti all’interno della nuova tendopoli.
Le operazioni di smantellamento si stanno svolgendo nella massima tranquillità sotto la supervisione di polizia, carabinieri e guardia di finanza. I migranti sono in fila per prendere posto tra le tende del campo gestito dalla Caritas e dal Comune di San Ferdinando.

SALVINI: «SGOMBERO RISULTATO STRAORDINARIO» «Più sicurezza e controlli a San Ferdinando, in provincia di Reggio Calabria. Dopo lo smantellamento della baraccopoli, oggi saranno completate le operazioni coordinate dal prefetto per l’eliminazione delle tende montate provvisoriamente, nell’immediatezza delle operazioni di svuotamento e messa in sicurezza delle baracche abusive». Lo fa sapere il Viminale. «In queste ore – prosegue il ministero – nell’ottica di mantenere la zona monitorata e decorosa, si sta provvedendo al trasferimento di coloro che hanno diritto nella tendopoli attrezzata e vigilata gestita dal comune di San Ferdinando».
«Lo sgombero del ghetto – commenta il ministro dell’Interno Matteo Salvini – è un risultato straordinario, confermato dal continuo controllo e monitoraggio. Le istituzioni ci sono, l’attenzione resta alta e non torneremo indietro».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto