Gessi di cartone, «annullata la sanzione contro il medico che denunciò il caso»

Il segretario nazionale del sindacato Fismu: «Finalmente giustizia, il Tribunale del lavoro di Reggio ha revocato la misura disciplinare di 6 mesi e la privazione dello stipendio». Il medico aveva segnalato i disservizi all’Azienda ospedaliera

REGGIO CALABRIA «Finalmente giustizia». Questo il commento di Francesco Esposito, segretario nazionale della Federazione italiana sindacale medici uniti-Fismu (aderente a Fvm) «dopo la decisione del Tribunale del Lavoro di Reggio Calabria di accogliere totalmente il ricorso con l’annullamento della  sanzione disciplinare per 6 mesi con privazione della retribuzione, inflitta dall’Azienda ospedaliera reggina, Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi-Melacrino-Morelli” a Domenico Caminiti, medico ortopedico e sindacalista della Fismu aderente a Fvm».
Per Francesco Esposito, segretario generale Fismu, e Claudio Picarelli neo segretario regionale di Fismu, è stata «fatta giustizia nei confronti di un professionista che ha fatto il proprio dovere, segnalando all’azienda i disservizi nell’interesse della azienda stessa e a tutela dei cittadini e degli operatori. Un atteggiamento costruttivo per migliorare i servizi sanitari per i pazienti calabresi. Come è noto questa vicenda si trasformò in un caso mediatico nazionale, anche politico, e arrivò la sanzione disciplinare. Crediamo che il provvedimento sia stato ingiusto e che il giudice ha opportunamente annullato. A Domenico Caminiti, ancora una volta, va tutto il nostro sostegno e tutta la nostra solidarietà».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto