“Nuova famiglia”, la Cassazione conferma l’ergastolo per Rango

La sentenza definitiva prova l’esistenza del nuovo clan. Confermato il giudizio di secondo grado. Annullata la condanna a cinque anni per Mario Perri

COSENZA Arriva la sentenza della Cassazione sul processo “Nuova Famiglia”, scaturito dall’inchiesta della Dda di Catanzaro contro il clan “Rango-Zingari”. Il lavoro degli investigatori ha portato alla luce l’esistenza di un nuovo clan mafioso, nato dalla una costola della cosca Bruni.
Gli ermellini confermano dunque l’ergastolo per il presunto boss Maurizio Rango. E decidono di annullare la sentenza di condanna a cinque anni per Mario Perri, accogliendo le motivazioni della difesa. Per lui ci sarà un nuovo processo in Corte di Appello a Catanzaro. Confermata, per il resto, la sentenza di secondo grado.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto