Sparò contro un auto a Gioia Tauro, 28enne in manette

Arresto effettuato dagli agenti del Commissariato. Al vaglio del Tribunale dei minori la posizione del presunto complice. Risolto il caso di un furto da 10mila euro in appartamento a Reggio Calabria

GIOIA TAURO A Gioia Tauro, gli agenti del Commissariato di hanno eseguito, l’8 maggio scorso, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di A. A., 28enne gioiese responsabile e recidivo per i reati di danneggiamento, spari in luogo pubblico, detenzione illegale di armi comuni da sparo e porto illegale di armi comuni da sparo.
I fatti erano accaduti nella serata del 18 marzo, quando alcuni poliziotti, liberi dal servizio, era intervenuto dopo aver sentito l’esplosione di colpi di arma da fuoco in una strada del centro. Gli agenti, arrivati immediatamente sul luogo di provenienza degli spari, avevano visto due persone uscire da un cortile e darsi alla fuga, nonostante fosse stato intimato loro di fermarsi.
Gli investigatori del Commissariato, constatato il danno prodotto dagli spari a un’autovettura, hanno avviato le indagini per individuare gli autori del reato, per il quale ha proceduto la procura della Repubblica di Palmi, diretta da Ottavio Sferlazza. Gli elementi raccolti hanno consentito al gip presso di Palmi, Dionisio Pantano, di emettere la misura restrittiva, tra l’altro al vaglio del competente Tribunale dei minorenni per quanto attiene la responsabilità del presunto complice di A. A.
Il tempestivo intervento degli agenti e la successiva ricostruzione della dinamica hanno permesso di risolvere il caso.

ARRESTO PER FURTO A REGGIO CALABRIA Un altro delitto sarebbe stato risolto a Reggio Calabria, dove il presunto autore di un furto in appartamento è stato arrestato grazie alla stretta collaborazione tra gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione generale e Soccorso pubblico e il personale del Gabinetto regionale di Polizia Scientifica.
Gli agenti delle Volanti hanno infatti eseguito, nella giornata del 9 maggio, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Reggio Calabria Valentina Fabiani nei confronti di B. S., 26enne di nazionalità rumena, ritenuto l’autore del reato, commesso a Reggio il 4 dicembre 2018.
L’uomo, approfittando dell’assenza dei proprietari, si sarebbe introdotto all’interno di un appartamento per impossessarsi di vari monili in oro e altri oggetti preziosi per un valore di circa 10mila euro. L’esperienza degli agenti intervenuti sul luogo del reato ha permesso di raccogliere preziosi elementi per risalire all’identità dell’uomo che sarebbe stata accertata anche grazie al lavoro degli esperti del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica.
Tutti gli elementi raccolti hanno consentito alla Procura della Repubblica, diretta da Giovanni Bombardieri, di richiedere l’emissione del provvedimento restrittivo relativo al furto.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto