Il comitato “Sissy la Calabria è con te” ricorda la giovane nel giorno del suo compleanno

Jo Pinto a Fanpage.it «La ricordiamo anche per ma anche per la battaglia, serissima e ammirevole, che stava portando avanti prima di morire, quella per la legalità e la giustizia nelle carceri»

ROMA Fosse rimasta in vita, l’agente Sissy Trovato Mazza avrebbe 30 anni.  Il 10 giugno di quest’anno avrebbe spento le candeline: «Vogliamo ricordare Sissy – dice a Fanpage.it Jo Pinto, vicepresidente del Comitato civico “Sissy La Calabria è con te” (diretto da Loredana Viola) – non soltanto per il suo carattere solare e spensierato, ma anche per la battaglia, serissima e ammirevole, che stava portando avanti prima di morire, quella per la legalità e la giustizia nelle carceri. È stata colpita da quel proiettile in un periodo delicatissimo, in cui aveva non pochi conflitti e spero che presto le vanga resa giustizia». Per la morte di Sissy Trovato Mazza è in corso un’indagine per istigazione al suicidio, coordinata dalla  Procura di Venezia.  Dopo due anni non è ancora chiaro chi abbia esploso il colpo di pistola che ha ferito Sissy alla testa nell’ascensore dell’ospedale civile di Venezia, dove stava svolgendo un controllo. La città di Taurianova che diede i natali alla giovane agente di polizia penitenziaria continua a sostenere e aiutare la famiglia anche nel lungo percorso dei costi della giustizia.

 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto