Spaccio di droga, due arresti nel Cosentino

I carabinieri hanno fermato un 43enne di Scalea e un 33enne di Cittadella del Capo. Decisivo il fiuto del cane Enno

SCALEA Due arresti per droga nel Cosentino. Le numerose perquisizioni avviate dal Comando della compagnia di Scalea hanno consentito il sequestro di diversi quantitativi di droga e gli arresti di un pregiudicato di 43 anni, di Scalea, e di un incensurato di 33 anni di Cittadella del Capo.
I militari del Norm-Sezione operativa sono entrati nell’abitazione del 43enne di Scalea dove il cane Enno, cucciolo di pastore tedesco, ha segnalato il cassetto di una scrivania. Qui i militari hanno rinvenuto due involucri di cellophane contenenti 12 grammi complessivi di cocaina, un bilancino di precisione, materiale idoneo al confezionamento della droga e denaro contante, in banconote di piccolo taglio, pari a 3.355 euro, ritenuto provento di spaccio. Trovati inoltre 15 colpi di arma da fuoco calibro 9 corto, illegalmente detenuti.
A Bonifati, invece, i carabinieri di Cittadella del Capo hanno arrestato un 33enne. Anche in questa circostanza è stato determinante il contributo di Enno che, una volta entrato all’interno dell’abitazione dell’arrestato, ha segnalato diversi punti della casa in cui i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 36 grammi di cocaina, 26 di marijuana, uno di eroina, due bilancini di precisione e la somma contante di 380 euro in banconote da piccolo taglio. Inoltre, occultato in una intercapedine della struttura in legno esterna, è stato ritrovato un fucile carabina illegalmente detenuto.
Le analisi condotte dal Laboratorio Analisi sostanze stupefacenti dell’Arma hanno permesso di accertare che dal quantitativo di sostanza stupefacente sequestrata al pregiudicato di Scalea, sulla base del principio attivo contenuto nello stesso, avrebbero potuto essere ricavate circa 70 dosi da destinare alla vendita al dettaglio, mentre da quella sequestrata al giovane di Bonifati si sarebbero potute ricavare oltre 300 dosi.
Gli arresti sono stati convalidati al termine dell’udienza per rito direttissimo presso il Tribunale di Paola. Disposti gli arresti domiciliari per il pregiudicato di Scalea e l’obbligo di presentazione per il giovane di Cittadella del Capo.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto