Trasporti, via libera al biglietto unico per bus e treni

La commissione Ambiente del Consiglio approva la modifica al piano regionale. Rinviata la legge sulle Valli Cupe

REGGIO CALABRIA «La quarta Commissione consiliare, “Ambiente e territorio”, presieduta dal consigliere Domenico Bevacqua, ha espresso parere positivo su due proposte di modifica della legge 35/2015, “Piano regionale dei Trasporti”, con cui si revisiona e si omogeneizza il sistema tariffario del trasporto pubblico locale». Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa del consiglio regionale.
«Si tratta di modifiche – ha detto il presidente della commissione Domenico Bevacqua – che servono soprattutto a tutelare la fruizione dei mezzi di trasporto in tutta la regione, integrando la mobilità su ferro e gommato, con l’emissione di un unico biglietto, per favorire quanto più velocemente possibile il collegamento tra i vari centri calabresi e facilitare l’interscambio dei mezzi di mobilità».
«La Commissione, nel prosieguo dei lavori – è detto nel comunicato – ha avviato la discussione di merito su una proposta di legge di iniziativa del consigliere Domenico Tallini per modificare la legge regionale 41/2016 in relazione ai soggetti demandati per la gestione della Riserva Naturale Regionale Valli Cupe. Nella proposta di modifica, si indica la sezione Calabria dell’Associazione nazionale Legambiente quale ente gestore dall’1 gennaio 2020, “con la raccomandazione che si valorizzino le ben note competenze professionali dell’esperienza Valli Cup, che hanno dato lustro a quella parte del territorio calabrese”».
«La Commissione sul punto – ha sottolineato il presidente Bevacqua – dopo avere ascoltato la relazione introduttiva del collega Tallini, e le relazioni tecniche del dirigente “Aree protette” della giunta regionale, Giovanni Aramini, e dell’avvocato Anna Ferrara, funzionaria del settore “Assistenza giuridica” del consiglio regionale, si è impegnata ad audire nel corso della sua prima seduta utile il sindaco di Sersale e il direttore della Riserva, e di portare il progetto di legge di iniziativa del collega Domenico Tallini nella seduta dell’1 agosto 2019 del consiglio regionale».
«Nel corso dei lavori, la commissione ha approvato un progetto di legge di iniziativa dello stesso presidente Domenico Bevacqua e del consigliere Domenico Tallini – è detto ancora nel comunicato – con cui si concede ai comuni una dilazione dei tempi di completamento degli interventi di realizzazione delle opere di edilizia sociale già avviate per evitare il rischio di lasciare abbandonate al prossimo 31 dicembre 2019, strutture già in parte realizzate che diventerebbero vere e proprie cattedrali nel deserto, con la conseguente distruzione di risorse pubbliche già impiegate».
«È una risposta – ha sostenuto Bevacqua – che contribuisce concretamente a rilanciare il settore edile e tutti i comparti ad esso collegati. Vieppiù che con il posticipo dei tempi di completamento dei lavori, moltissimi cittadini che hanno già impiegato consistenti risorse private, potranno raggiungere il loro obiettivo con maggiore tranquillità e senza il pericolo di dovere perdere l’investimento originario e l’immobile». La Commissione, prima di concludere i lavori, ha audito i rappresentanti dell’associazione Crocevia “Rende/Montalto”, sulle problematiche di sicurezza ambientale di quei territori e i rappresentanti del comitato dei sindaci per la problematica dello svincolo autostradale di Sant’Eufemia d’Aspromonte. Ai lavori erano presenti gli assessori regionali Roberto Musmanno (Infrastrutture) e Francesco Rossi (Urbanistica).
Hanno partecipato ai lavori i consiglieri Michele Mirabello, Giovanni Nucera, Orlandino Greco, Giuseppe Pedà, Domenico Tallini, Carlo Guccione, Giovanni Arruzzolo, e Giuseppe Giudiceandrea.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto