A Corigliano Rossano l’unica tappa calabrese di Goletta Verde

L’arrivo dell’imbarcazione di Legambiente è previsto per martedì 16 luglio. Seguirà una tre giorni densa di appuntamenti

di Luca Latella
CORIGLIANO ROSSANO In settimane nelle quali non si fa altro che parlare di qualità delle acque calabresi, farà tappa a Corigliano Rossano – l’unica in Calabria – la Goletta Verde di Legambiente.
Dal 16 al 19 luglio la città ospiterà tutta una serie di appuntamenti per una densa tre giorni. La Calabria rappresenterà l’ottava regione toccata dal tour dell’imbarcazione ambientalista – salpata il 23 giugno scorso – lungo le coste italiane per monitorare la qualità delle acque, denunciare le illegalità ambientali, l’abusivismo edilizio, le trivellazioni di petrolio, il marine litter, ma anche per informare e sensibilizzare i cittadini sull’importanza di salvaguardare il prezioso ecosistema e le sue bellezze e affermare il ruolo centrale del Mediterraneo nelle politiche di accoglienza, solidarietà e integrazione.
Un viaggio – che si concluderà a metà agosto in Liguria, dopo venticinque tappe – utile a mettere al centro delle attenzioni le battaglie che Goletta Verde porta avanti durante l’estate: la messa al bando delle plastiche usa e getta e la lotta al marine litter, una delle due più gravi emergenze ambientali globali insieme ai cambiamenti climatici. Proprio per questo anche nella tappa calabrese i volontari di Legambiente organizzeranno il “trash mob” #UsaeGettaNoGrazie. Fra gli appuntamenti, la campagna di Legambiente #IOACCOLGO che ha al centro il simbolo della coperta termica, nota nell’immaginario collettivo come oggetto distintivo nel primo soccorso ai migranti.
Martedì 16 luglio, alle ore 17, Goletta Verde approderà al porto di Schiavonea «per mostrare al mondo che c’è un pezzo d’Italia che accoglie e che dice “no” all’esclusione e “sì” alla solidarietà e all’uguaglianza».
Anche quest’anno, come ormai d’abitudine, sarà poi attivato il servizio “Sos Goletta”, grazie al quale Legambiente chiede a residenti e turisti di denunciare situazioni anomale di inquinamento delle acque: tubi che scaricano direttamente in mare ma anche chiazze sospette. I tecnici del laboratorio mobile approfondiranno le denunce ricevute, per poi farle arrivare alle autorità competenti. Per inviare la propria segnalazione, fanno sapere da Legambiente, basta collegarsi al sito www.legambiente.it/golettaverde.
Nel dettaglio, il programma della Goletta Verde a Corigliano Rossano prevede, dopo l’approdo alle 17 di martedì, il benvenuto assieme al circolo locale di Legambiente e una degustazione di prodotti tipici del territorio. A seguire partirà #IOACCOLGO con i volontari che andranno nel borgo marinaro con le coperte termiche. A bordo, alle 18 è previsto l’incontro “Liberiamo il mare dalla plastica con i pescatori” con gli interventi di Mattia Lolli, portavoce Goletta Verde, il sindaco di Corigliano Rossano, Flavio Stasi, Cataldo Minò, presidente Flag “I Borghi marinari dello Jonio”, Caterina Cristofaro, segreteria regionale Legambiente Calabria, Michele Sapia, segretario regionale Fai Cisl, Bruno Costa, segretario regionale Flai Cgil, Giacomo Giovinazzo, direttore generale del dipartimento Agricoltura della Regione e Luigi Buta, tenente di vascello, capo servizio operativo della Capitaneria di Porto di Corigliano Rossano.
Il giorno seguente, mercoledì 17 luglio, sulla spiaggia libera tra i lidi Gipsy e Lulapaluza a Rossano, alle 10 inizierà l’attività di monitoraggio del beach litter con il regionale Legambiente Calabria, l’equipaggio della Goletta Verde e la partecipazione delle associazioni del territorio. Alle 11 seguirà il trash mob “Usa e getta? No grazie!” mentre nel pomeriggio, presso il mercato ittico al porto alle 16.30 è previsto un altro flash mob, “NO OIL”, con i pescatori e l’equipaggio della Goletta Verde. Dalle 18 sarà possibile visitare l’imbarcazione ambientalista salendo a bordo.
Giovedì mattina alle 10, infine, la tre giorni si concluderà con una conferenza stampa, presso il lido Scarafaggio a Schiavonea nella quale saranno presentati i dati sulla depurazione in Calabria. Interverranno Mattia Lolli, Flavio Stasi, Caterina Cristoforo, Cataldo Minò, Domenico Pappaterra (direttore generale Arpacal) e Antonio Nicoletti, della segreteria nazionale di Legambiente. (l.latella@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto