Strage di Rende, il pm chiede l’archiviazione

L’omicidio-suicidio del febbraio 2018 interessò un intero nucleo familiare. A uccidere sarebbe stato il capofamiglia Salvatore Giordano

RENDE Il pubblico ministero Domenico Frascino ha chiesto l’archiviazione per il caso dell’omicidio-suicidio che interessò un intero nucleo familiare, a Rende (Cosenza), il 12 febbraio del 2018. Le indagini hanno appurato che sarebbe stato il capofamiglia, Salvatore Giordano, 57 anni, ad uccidere la moglie Francesca Vilardi, 59 anni, e i figli Giovanni e Cristiana, di 25 e 28 anni, per poi togliersi la vita. Per motivi forse legati ad una forte depressione. Non sono emersi altri elementi validi per le indagini.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto