Sciopero dei trasporti, sindacati sul piede di guerra

LAMEZIA TERME Un’azione decisa, forse arrivata tardi, ma che le organizzazioni sindacali dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil hanno deciso di organizzare per chiedere, definitivamente, una risposta da parte…

LAMEZIA TERME Un’azione decisa, forse arrivata tardi, ma che le organizzazioni sindacali dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil hanno deciso di organizzare per chiedere, definitivamente, una risposta da parte del Governo giallo-verde.
Il prossimo 24 luglio, in tutta Italia e in Calabria, andrà in scena lo sciopero generale dei trasporti: l’occasione per chiedere una strategia di lungo respiro in grado di rimettere in movimento il Paese.
Temi che, in Calabria, assumono contorni particolarmente critici. Investimenti ma non solo. Le richieste dei sindacati e dei loro rappresentanti, Nino Costantino (Filt-Cgil), Annibale Fiorenza (Fit-Cisl) e Giuseppe Rizzo (Uiltrasporti), vogliono regole precise per fare sistema nell’ambito di un settore che è strategico per lo sviluppo del Paese e per connettere l’Italia e la Calabria al resto d’Europa.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto