Mandatoriccio, in fiamme l’auto di un ex dirigente comunale

La vittima denuncia un probabile incendio di matrice dolosa: ritrovate tracce di benzina. Già in passato il funzionario era stato colpito da episodi analoghi

MANDATORICCIO Le fiamme hanno avvolto, nella notte scorsa, l’auto di Cataldo Iozzi, già dirigente comunale di Mandatoriccio. Sul fatto stanno indagando le forze dell’ordine anche perché il rinvenimento di tracce di benzina, non farebbe escludere l’ipotesi che si sia trattato di un atto di matrice dolosa.
La stessa vittima, proprietaria dell’autovettura andata distrutta e già colpita in passato di altri analoghi episodi, ha dichiarato che l’episodio si è verificato all’indomani del provvedimento di dissequestro dell’intero arenile a servizio del Villaggio “La Ginestra” di cui Iozzi è amministratore.
Il fatto – è quanto è contenuto nella denuncia sporta ai Carabinieri – è accaduto intorno alle ore 3 della notte di sabato 20 luglio, nel parcheggio della residenza al mare. Una vicina di casa ha udito uno scoppio ed ha allertato il proprietario che, affacciandosi dalla finestra, ha scoperto che la sua auto, una Mercedes Classe C di recente acquisto, avvolta dalle fiamme.
Il rogo ha destato preoccupazione nei residenti – numerosa la comunità di una zona di mare con 316 appartamenti ed un hotel nelle vicinanze – perché limitrofo ad alcune ruspe parcheggiate, ad alcune bombole di gas a servizio di un hotel ed alla lunga sequenza di autovetture parcheggiate in fila nella stessa direzione.
Ad allertare immediatamente i carabinieri della stazione di Mandatoriccio è stato lo stesso Iozzi. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco ed una pattuglia del NORM Carabinieri di Corigliano Rossano.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto