Libro nero, confermati i domiciliari per Romeo

Il Tribunale del riesame rigetta l’istanza presentata dal capogruppo del Pd in consiglio regionale. Stessa decisione per il maresciallo della guardia di finanza coinvolto nell’inchiesta

REGGIO CALABRIA Sebi Romeo resta ai domiciliari. Il Tribunale del riesame di Reggio Calabria ha rigettato l’istanza presentata dal capogruppo del Pd in consiglio regionale, arrestato lo scorso 31 luglio nell’ambito dell’operazione “Libro nero”.
Romeo è accusato di tentata corruzione in quanto, secondo gli inquirenti, avrebbe promesso, in cambio di notizie riservate su alcune indagini, l’assunzione di una persona che sarebbe stata segnalata dal maresciallo della guardia di finanza Francesco Romeo, anche lui ai domiciliari. Il Tdl ha deciso la conferma della misura cautelare anche per quest’ultimo.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto