Asp di Catanzaro, per la gestione arriva la commissione straordinaria

Il prefetto Ferrandino ha sospeso l’organo di direzione generale dell’azienda sciolta ieri dal governo per infiltrazioni della ‘ndrangheta: nella terna commissariale ci sono Bagnato, Tancredi e Gullì

CATANZARO Il prefetto di Catanzaro, Francesca Ferrandino, ha disposto, con proprio decreto, la sospensione dell’organo di direzione generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro e l’affidamento della gestione dell’Asp ad una commissione straordinaria. La decisione del prefetto, adottata ai sensi del Testo unico 267/2000, consegue alla deliberazione del Consiglio dei ministri, che, nella seduta di ieri, ha deliberato lo scioglimento dell’Asp catanzarese per «accertati condizionamenti» da parte della ‘ndrangheta. La commissione straoridnaria che gestirà l’Asp è composta da Domenico Bagnato, Franca Tancredi e Salvatore Gullì ai quali – si legge nella nota della prefettura – « sono affidate le attribuzioni dell’organo di direzione generale nonché ogni altro potere e incarico connesso, nelle more del perfezionamento dell’iter procedurale con emanazione del decreto presidenziale di scioglimento».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto