Commessa Inps, a rischio 53 posti di lavoro a Rende

La società Convisian, che gestiva il call center dell’Istituto di previdenza, annuncia possibili tagli al personale in tutta Italia e anche nella sede calabrese

RENDE Cinquantatré dipendenti su 187 rischiano il posto di lavoro al centro Covisian di Rende. La società che gestisce il contact center dell’Inps ha infatti annunciato il rischio del taglio del personale in tutta Italia e dunque anche nella filiale calabrese. Alla base di questo taglio, il «non corretto rispetto della “clausola sociale” – fanno sapere dalla società – da parte di Comdata, dopo l’aggiudicazione della gara per il contact center Inps». «In questo caso – è detto nella nota – ci troviamo, per la prima volta, di fronte purtroppo alla non applicazione della clausola sociale con dirette conseguenze occupazionali per i lavoratori che non saranno ricollocati sulla nuova commessa Inps gestita da Comdata». Complessivamente i dipendenti a rischio licenziamento in Italia sono 258 di cui divisi per regione, 126 ad Arzano (Napoli), 79 a Roma e, appunto 53 a Rende. Numeri che riguardano solo Covisian. Invece il numero totale di lavoratori della commessa è di circa 3.000, se si contano altre aziende coinvolte e altri subappaltatori. Di questi 850 sono a rischio. Proprio per affrontare questa delicatissima vertenza è prevista per domani (29 ottobre) un tavolo con le parti sociali e l’azienda nella sede del ministero del Lavoro a Roma.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto