‘Ndrangheta “Plinius II”, in carcere due affiliati ai “Valente-Stummo”

Condannati in via definitiva per tentata estorsione Alessandro Stummo e Gian Claudio Lombardo, facenti capo alla ‘ndrina di Scalea associata al clan Muto

SCALEA Nella tarda mattinata di oggi 31 ottobre 2019, a Scalea, i militari della Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Scalea hanno notificato due ordini per la carcerazione, emessi dalla Corte di Appello di Catanzaro a carico di Alessandro Stummo, cl.87 e Gian Claudio Lombardo, cl.88, entrambi di Scalea, per un tentativo di estorsione in concorso aggravato dall’art. 7 della Legge 203/1991 avvenuto lo scorso 24 giugno 2012 proprio a Scalea.
Per il fatto, i due erano stati condannati in via definitiva dopo che la Cassazione, il 29 ottobre scorso, aveva rigettato il loro ricorso avverso alla sentenza di condanna ricevuta in secondo grado. Tale filone processuale fa parte dell’attività d’indagine denominata “Plinius 2”, condotta dalla Compagnia Carabinieri di Scalea ed eseguita nel maggio del 2015, che ha consentito di delineare gli assetti di un’associazione per delinquere di tipo ‘ndranghetistico denominata “Valente – Stummo”, operante nel territorio del comune di Scalea ed altri limitrofi, in collegamento con l’associazione denominata Muto, della quale riconoscono la sovra ordinazione ‘ndranghetistica.
Stummo dovrà ora scontare la pena di 2 anni 7 mesi di reclusione, mentre 2 anni e 3 mesi è la pena inflitta a Lombardo.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto