Ricettazione internazionale, assolto 46enne rossanese

L’uomo era stato fermato a Mirto Crosia lo scorso 2017, quando era stato trovato alla guida del veicolo che risultava rubato all’estero

CORIGLIANO ROSSANO Il Tribunale di ha assolto il 46enne C.M.N., residente nell’area urbana di Rossano, dall’accusa di ricettazione di un’auto con targa straniera rubata all’estero.
L’autovettura era stata ritrovata lo scorso 13 maggio del 2017 a Mirto-Crosia . Nello specifico, durante un controllo stradale, la polizia aveva fermato l’autovettura con targa estera con alla guida l’odierno imputato. Da un primo controllo a mezzo tablet la targa del veicolo era risultata oggetto di ricerca per cui erano stati disposti ulteriori accertamenti dai quali era risultato che il mezzo era segnalato come veicolo da rintracciare ai sensi di accordi internazionali di cui all’art. 38 Decisione SIS II, poiché oggetto di furto in altro Stato.
Per questi fatti, il 46enne C.M.N. era stato indagato, quindi rinviato a giudizio e sottoposto a processo. All’esito dell’istruttoria dibattimentale di primo grado, il Tribunale di Castrovillari ha accolto le richieste avanzate dall’Avv. Francesco Nicoletti, assolvendo l’imputato “perché il fatto non costituisce reato”.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto