Scatta l’ordinanza antiprostituzione a Cassano: la sosta “costa” 500 euro di multa

Così il sindaco Gianni Papasso intende contenere il fenomeno anche lungo la 106 e nelle traverse della statale di competenza comunale: multe salatissime a chi si fermerà a contrattare

CASSANO ALLO IONIO Multe da 500 euro scatteranno nei confronti di chi, nel territorio del Comune di Cassano, si fermerà lungo la strada per contrattare
prestazioni con le prostitute. Lo prevede un’ordinanza emessa dal sindaco di Cassano Gianni Papasso per contrastare il dilagante fenomeno della prostituzione per strada.
Nell’ordinanza, è fatto divieto, su strade e aree private su tutto il territorio comunale, di «intrattenere conversazioni, stando a bordo dei veicoli, con pedoni che sostino o si intrattengono sul margine della strada al fine di contrattare prestazioni sessuali».
Papasso, nell’ordinanza, fa riferimento alle «numerose segnalazioni pervenute da parte di cittadini, nonché dalla constatazione della Polizia locale che ha rappresentato una situazione di compromissione delle comuni regole di vita civile, tali da minare le condizioni di vivibilità e la coesione sociale. Il fenomeno della prostituzione, che non accenna a diminuire nonostante i controlli delle forze dell’ordine – evidenzia il sindaco – si manifesta sulle strade esterne ai centri abitati del Comune e in particolare lungo la statale 106 bis, spesso con atteggiamenti indecorosi e indecenti da parte delle persone che la praticano, tanto da offendere la pubblica sensibilità».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto