Avevano occultato un fucile sotterrandolo, due arresti nel Vibonese

L’arma è stata ritrovata dai militari in un terreno a confine tra i comuni di Dasà e Dinami di proprietà di due uomini del luogo

VIBO VALENTIA Nella corso della mattinata di ieri, 8 dicembre 2019, i Carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno unitamente ai militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria e a quelli del Nucleo Cinofili di Vibo Valentia, nel corso di un predisposto servizio finalizzato a reprimere i reati in materia di possesso illecito di armi e munizioni, hanno effettuato alcune perquisizioni in varie abitazioni tra i Comuni di Dasà e Dinami.
In particolare, i militari hanno perquisito alcune abitazioni e terreni nella zona “Marepotamo”, tra il confine dei comuni di Dasà e Dinami. In particolare, in uno di questi terreni, coltivato ad agrumeto, è stato rinvenuto un fucile perfettamente funzionante calibro 12, sovrapposto, con matricola abrasa con relative 11 munizioni, ben occultato all’interno di un tubo metallico posto nelle adiacenze dell’impianto frenante di un autoarticolato parcheggiato all’interno del terreno in questione. Il terreno è risultato di proprietà di due soggetti, entrambi presenti sul posto, ed in particolare di Domenico Fusca, classe 81, originario di Dasà e Giuseppe Vomera, classe 60, originario di Melicucco.
L’arma e il relativo munizionamento è stato sottoposta a sequestro per gli ulteriori accertamenti tecnici volti a verificarne la provenienza. I due sono stati quindi arrestati in flagranza di reato per possesso ingiustificato di armi e munizioni e ristretti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto