Bufera giudiziaria a Villa, il senatore Siclari: «Sconvolto dalla notizia di Giovanni. Ma confidiamo nello Stato»

Il parlamentare di Forza Italia ha commentato l’operazione che ha coinvolto il fratello, sindaco (sospeso) della città dello Stretto

VILLA SAN GIOVANNI «Ieri, a quest’ora ho sentito l’ultima volta mio fratello Giovanni». Così Marco Siclari, senatore di Forza Italia ha commentato sul suo profilo Facebook l’operazione che ha coinvolto ieri (mercoledì 18 dicembre) il fratello, Giovanni, sindaco (sospeso dal Prefetto di Reggio) di Villa San Giovanni. «Non immaginavo cosa stesse accadendo in quel momento – ha scritto ancora – quando, alla mia telefonata, mi rispose velocemente con poche parole: “scusami, sono ad una riunione” per poi non sentirlo più. È la prima volta che Giovanni chiude la telefonata senza dirmi: “ci sentiamo più tardi”». «Siamo 5 figli – ha aggiunto – ed io sono il quarto dei cinque e con mio fratello Giovanni (secondo dei cinque figli) ci sentiamo al telefono, da sempre, 6-7-8-9-10 volte al giorno». «Sin da piccoli – ha poi concluso – siamo stati educati al rispetto del prossimo, dello Stato e della Legge ed è con questi principi che siamo cresciuti in una terra difficile a volte quasi impossibile da vivere ed è con questi principi che affrontiamo queste ore difficili».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto