Codacons contro la Rai: «Diffamati i calabresi»

L’associazione di consumatori ha denunciato un caso avvenuto nel corso di “Mattina in famiglia”: «Intollerabile battuta razzista da parte del conduttore»

CATANZARO Tiberio Timperi ha diffamato la Calabria. Lo denuncia in una nota Codacons che segnala come il conduttore della Rai – nel corso della trasmissione “Mattina in Famiglia” andata in onda su Rai Uno sabato 25 gennaio – interloquendo con un telespettatore in collegamento dalla Calabria ha usato un termine poco felice. «Il telespettatore, dovendo rispondere ad un quiz – ricostruisce nella nota dell’associazione di consumatori – invocava un aiuto da parte del pubblico presente in studio. A questo punto il conduttore Timperi rispondeva: “Se non ti aiutiamo, andremo a fare i piloni della Salerno-Reggio Calabria”, accompagnando tale pessima battuta da una mimica fin troppo esplicita».
Secondo Codacons, «in questo modo si attribuisce a tutti i calabresi, indistintamente, comportamenti mafiosi».
«Tanto non è degno di un servizio pubblico, profumatamente pagato – sostiene Francesco Di Lieto, vicepresidente nazionale del Codacons – da tutti i cittadini. A nessuno può essere consentito di diffamare impunemente un’intera regione, per strappare qualche risatina».
Il Codacons ha presentato una denuncia in Procura contro l’Azienda e contro il conduttore. «Si tratta di una frase di chiaro stampo razzista – dice ancora Di Lieto – che costituisce una offesa per i cittadini calabresi. Ciò detto la Rai ha il dovere di scusarsi. Non possiamo certo imporre a Timperi di voler bene alla nostra terra, ma visto che i Calabresi provvedono a pagare il suo stipendio, un minimo di rispetto lo pretendiamo».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto