CORRUZIONE IN TRIBUNALE | Saraco va ai domiciliari

Il gip di Salerno ha commutato la misura cautelare al penalista catanzarese coinvolto nell’inchiesta “Genesi”. È accusato di aver elargito una mazzetta per aggiustare il processo in cui è imputato il padre

CATANZARO Passa ai domiciliari Francesco Saraco, il penalista catanzarese finito in manette nell’ambito dell’inchiesta “Genesi”. A rideterminare la misura il gip di Salerno che ha valutato la posizione del legale coinvolto nell’operazione che ha portato all’arresto del presidente di sezione della Corte d’Appello di Catanzaro, Marco Petrini.
Secondo l’accusa, Saraco avrebbe consegnato nelle mani di Emilio Santoro un assegno di 100mila euro per ottenere l’assoluzione del padre nel processo “Free boat”. Il penalista è assistito dall’avvocato, Giuseppe della Monica.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto