Pusher “beccato” dal cane dei carabinieri, arrestato 49enne ad Amantea

Black ha fiutato 16 involucri di coca nei pressi dell’auto fermata dai militari. Ulteriori dosi a casa dell’uomo con precedenti penali

AMANTEA Detenzione a fini di spaccio di cocaina. Con questa accusa i carabinieri di Amantea hanno arrestato un 49enne con precedenti penali. La droga è stata scoperta grazie al fiuto del cane “Black” in dotazione del nucleo carabinieri cinofili di Vibo che hanno lavorato in sinergia con i colleghi della compagnia di Paola, coordinati dal capitano Giordano Tognoni.
In particolare nel corso di un controllo ad Amantea, i carabinieri hanno proceduto alla verifica di un’auto di grossa cilindrata con a bordo il 49enne. Il comportamento nervoso dell’uomo ma soprattutto le segnalazioni di “Black” hanno portato i militari a controllare l’area circostante l’autovettura dove sono stati rinvenuti 16 involucri in cellophane, sigillati con nastro isolante di colore nero, contenenti cocaina.
Proprio a seguito della scoperta, i carabinieri hanno poi deciso di estendere le indagini perquisendo l’abitazione del 49enne. Qui sempre grazie al fiuto di Black, i militari hanno scoperto all’interno di una cassettiera collocata in un piccolo vano protetto da una porta di accesso, altre 14 dosi di cocaina, materiale destinato al confezionamento della sostanza stupefacente, un bilancino di precisione funzionante e tremilaseicento euro in banconote di piccolo e medio taglio. Le analisi condotte con celerità dal laboratorio analisi sostanze stupefacenti dell’Arma dei carabinieri hanno permesso di accertare che dal quantitativo di sostanza stupefacente sequestrata, sulla base del principio attivo contenuto nello stesso, avrebbero potuto essere ricavate circa 89 dosi da destinare alla vendita al dettaglio. Il 49enne, terminate le formalità di rito, su disposizione del sostituto procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Paola è stato trasferito nel locale carcere. A seguito del giudizio di convalida, l’uomo è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari nella sua abitazione. (rds)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto