Il tratto dell’A2 sequestrato dalla procura di Cosenza torna percorribile

Nove in tutto le persone iscritte nel registro degli indagati per la morte di Mattia Albace, 19enne morto sulla carreggiata autostradale attenzionata dai periti

COSENZA Il tratto autostradale dell’A2 “Autostrada del Mediterraneo”, messo sotto sequestro nelle scorse settimane per ordine della Procura della Repubblica di Cosenza, è stato riaperto al traffico temporaneamente sulla corsia di sorpasso in direzione nord. Per poco meno di un mese, su ordine degli uffici giudiziari diretti da Mario Spagnuolo, la carreggiata sud compresa tra Cosenza e Rogliano, è stata attenzionata dagli esperti peritali incaricati dalla procura per esperire le operazioni utili alle indagini nella quale risultano indagate è 9 persone. Di queste, 7 sono  tra dirigenti e dipendenti dell’Anas e 2 titolari di un’impresa edile di Modena. Sono accusati di omicidio stradale e la magistratura vuole accertare le cause che il 19 dicembre scorso hanno portato alla morte del 19enne Mattia Albace, ragazzo di Conflenti in provincia di Catanzaro, deceduto in un incidente stradale verificatosi proprio in quel tratto autostradale. Il tratto rimane inibito da qualsiasi tipo di intervento finché non si decreterà la chiusura delle indagini.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto