Conclusa la protesta degli operai di Piana Ambiente

GIOIA TAURO Si è conclusa la protesta degli ex lavoratori di Piana Ambiente – la società che si occupava della raccolta dei rifiuti nella Piana di Gioia Tauro – che…

GIOIA TAURO Si è conclusa la protesta degli ex lavoratori di Piana Ambiente – la società che si occupava della raccolta dei rifiuti nella Piana di Gioia Tauro – che stamane hanno bloccato il termovalorizzatore di Gioia Tauro, minacciando di darsi fuoco. La decisione è stata presa dopo che il dirigente del commissariato della polizia di Stato di Gioia Tauro, Angelo Morabito, si è impegnato con i lavoratori ad effettuare un monitoraggio della situazione nei Comuni per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti e l’utilizzo delle maestranze dell’ex società Piana Ambiente. All’origine della protesta c’era proprio la richiesta da parte degli ex lavoratori di avere sicurezza circa la loro situazione occupazionale: alcuni di loro da stamattina stavano protestando nei pressi del termovalorizzatore e sono persino arrivati a minacciare di darsi fuoco. I lavoratori, che si erano legati una bottiglia di benzina al collo, chiedevano il mantenimento del posto di lavoro. Gli operai hanno bloccato il conferimento dei rifiuti al termovalorizzatore. Sul posto erano intervenuti gli agenti del commissariato di Gioia Tauro, che hanno cercato di tranquillizzare gli operai invitandoli a non mettere in atto gesti inconsulti.
Non è la prima volta che i lavoratori di Piana Ambiente si rendono protagonisti di clamorose iniziative di protesta, l’ultima circa un mese fa davanti la Prefettura di Reggio Calabria. Dopo la dichiarazione di fallimento e del conseguente scioglimento della società Piana Ambiente, le organizzazioni sindacali avevano stipulato un accordo presso la Prefettura di Reggio Calabria che prevedeva il loro riassorbimento nei bandi di appalto per la raccolta di rifiuti che i Comuni della Piana si apprestavano a fare. Accordo che, secondo quanto denunciano i lavoratori, non viene rispettato da mesi.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto